Interrogazione n. 1515/A

CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA

XVILegislatura

Interrogazione n. 1515/A

AGUS – LOI – PIU – SATTA Gian Franco – ZEDDA Massimo – GANAU – COMANDINI – CORRIAS – DERIU – MELONI – MORICONI – PINNA – PISCEDDA – COCCO – LAI – CADDEO – ORRÙ – CIUSA – LI GIOI – MANCA Desiré Alma – SOLINAS Alessandro, con richiesta di risposta scritta, sulle misure di contrasto allo spopolamento e sugli incentivi allo sviluppo imprenditoriale per favorire e sostenere lo sviluppo dei piccoli comuni.

***************

I sottoscritti,

premesso che:
– ai sensi della legge regionale 9 marzo 2022, n. 3, articolo 13, la Regione promuove misure di contrasto allo spopolamento e incentivi allo sviluppo imprenditoriale per favorire e sostenere lo sviluppo dei piccoli comuni;
– la Regione è, infatti, autorizzata a concedere, nel territorio dei comuni della Sardegna aventi alla data del 31 dicembre 2020 popolazione inferiore ai 3.000 abitanti, contributi:
a) a favore dei nuclei familiari che risiedono o trasferiscono la residenza nei comuni oggetto di agevolazione per ogni figlio nato, adottato o in affido preadottivo nel corso del 2022 e anni successivi;
b) a fondo perduto per l’acquisto o ristrutturazione di prime case nel territorio oggetto di agevolazione;
c) a fondo perduto, nella misura di euro 15.000 per l’apertura di un’attività o unità locale o per il trasferimento dell’azienda nel territorio oggetto di agevolazione. Il contributo è elevato a euro 20.000 quando l’avvio o il trasferimento aziendale determina un aumento dell’occupazione;
d) nella forma di credito d’imposta, ai sensi dell’articolo 14 del decreto legislativo 9 giugno 2016, n. 114 (Norme di attuazione dell’articolo 8 dello Statuto speciale della Regione autonoma della Sardegna – legge costituzionale 26 febbraio 1948, n. 3, in materia di entrate erariali regionali) e del capo III del decreto legislativo 9 luglio 1997, n. 241 (Norme di semplificazione degli adempimenti dei contribuenti in sede di dichiarazione dei redditi e dell’imposta sul valore aggiunto, nonché di modernizzazione del sistema di gestione delle dichiarazioni), a favore delle imprese operanti nei comuni oggetto di agevolazione;

posto che ai sensi della legge regionale n. 3 del 2022, articolo 13, comma 8, i criteri e le modalità per beneficiare dei contributi avrebbero dovuto essere stabiliti con deliberazione della Giunta regionale entro sessanta giorni dall’entrata in vigore della legge, su proposta dell’Assessore regionale competente in materia di entrate, di concerto con gli Assessori regionali competenti per materia;

rilevato che:
– la legge regionale 9 marzo 2022, n. 3, articolo 13, è stata pubblicata sul BURAS il 10 marzo 2022;
– sono pertanto passati oltre 40 giorni dal termine indicato dalla legge per definire i criteri e le modalità per beneficiare dei contributi,

chiedono di interrogare Presidente della Regione e l’Assessore regionale della programmazione, bilancio, credito e assetto del territorio per conoscere:
1) quali siano le ragioni per cui la deliberazione per definire i criteri e le modalità per beneficiare dei contributi non sia ancora stata approvata dalla Giunta regionale entro i sessanta giorni dall’entrata in vigore della legge;
2) quando la Giunta intenda deliberare in merito.

Cagliari, 27 giugno 2022

Condividi:
Aumenta dimensioni caratteri
Alto contrasto