Mozione n. 528

CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA

XVILegislatura

Mozione n. 528

COCCO – LAI sulla necessità urgente di procedere alla realizzazione della CUR NUE 112 provvisoria presso la sede di AREUS di Nuoro.

***************

IL CONSIGLIO REGIONALE

PREMESSO che:
– con l’articolo 8, comma 1, lettera a), della legge 4 agosto 2015, n. 124 è disposta l’istituzione del numero unico europeo 112 (NUE 112), secondo il modello della Centrale unica di risposta (CUR), su tutto il territorio nazionale;
– con il protocollo di intesa siglato tra il Ministero dell’interno e la Regione autonoma della Sardegna per l’attuazione del NUE 112, firmato dal Ministro dell’interno in data 12 giugno 2019, si è provveduto, data la specificità territoriale della Sardegna, alla individuazione di una CUR dislocata in due sedi, rispettivamente a Cagliari e a Sassari che, tecnologicamente integrate tra loro, assicurino l’unitarietà del processo in modo che ogni sede faccia da Disaster recovery (DR) per l’altra;
– con la deliberazione della Giunta regionale n. 48/19 del 29 novembre 2019 è stata approvata la rimodulazione della programmazione degli investimenti in edilizia sanitaria e ammodernamento tecnologico per gli anni 2019-2021 a favore delle aziende sanitarie e dell’Azienda regionale emergenza urgenza Sardegna (AREUS);
– con la deliberazione della Giunta regionale n. 7/7 del 26 febbraio 2020 è stata autorizzata la realizzazione della CUR provvisoria presso la sede di AREUS a Nuoro, previa realizzazione degli interventi di adeguamento tecnico previsti, in attesa della conclusione degli interventi di adeguamento e/o ristrutturazione nelle sedi di Cagliari (da individuare) e di Sassari con i lavori di adeguamento e ristrutturazione dell’ex Ospedale psichiatrico di Rizzeddu;
– con la deliberazione della Giunta regionale n. 26/11 del 5 luglio 2021 vengono assegnati, per le esigenze logistiche del numero unico europeo delle emergenze 112 della Regione Sardegna CUR di Cagliari e della Centrale operativa del 118 di Cagliari, i locali dell’immobile di proprietà regionale ubicati in comune di Elmas, presso le aree dell’Istituto scolastico agrario “Duca degli Abruzzi”, denominati “ex CIFDA” e le risorse necessarie per la riqualificazione;
– con la deliberazione della Giunta regionale n. 41/18 del 19 ottobre 2021 vengono assegnate le risorse necessarie al rafforzamento della sede centrale di Nuoro, autorizzando I’AREUS alla progettazione del servizio 116/117 per i trasporti secondari e ad integrare le risorse necessarie per “Lavori di adeguamento e ristrutturazione dell’ex Ospedale psichiatrico di Rizzeddu a Sassari” per gli uffici amministrativi e la fornitura postazioni NUE 112;
– una volta diventate operative le sedi di Cagliari e Sassari, quali sedi definitive della CUR, la sede di Nuoro potrà essere utilizzata come centrale operativa per i trasporti programmati non urgenti e, eventualmente, quale una delle sedi per la centrale operativa del 116-117, numero unico per l’accesso ai servizi di cure mediche non urgenti e altri servizi sanitari e concorre alla gestione della domanda assistenziale a bassa intensità e/o priorità;

CONSIDERATO che:
– presso la struttura centrale di Nuoro è stata individuata la sede legale, amministrativa e la principale sede operativa dell’agenzia AREUS, a cui si aggiungono, al fine di garantire una più capillare operatività, due sedi decentrate dedicate ai servizi 112/118 a Cagliari ed a Sassari;
– stante i rilevanti interventi di adeguamento e/o ristrutturazione delle sedi di Cagliari e Sassari, con tempi non compatibili con le esigenze della regione, viene individuata la sede di AREUS di Nuoro come sede provvisoria con una ipotesi di Disaster recovery temporaneo presso la Regione Lombardia, con la quale stipulare un protocollo d’intesa dal costo annuo stimato in euro 350.000 (costo da riconoscere alla compagnia telefonica per la messa a disposizione delle linee telefoniche anche se non utilizzate);
– una volta diventate operative le sedi di Cagliari e Sassari, quali sedi definitive della CUR, la sede di Nuoro potrà essere utilizzata come centrale operativa per i trasporti programmati non urgenti e, eventualmente, quale una delle sedi per la centrale operativa del 116-117, numero unico per l’accesso ai servizi di cure mediche non urgenti e altri servizi sanitari e concorre alla gestione della domanda assistenziale a bassa intensità e/o priorità;

PRESO ATTO che:
– il professionista incaricato ha completato il progetto definitivo per l’attuazione della sede provvisoria secondo le indicazioni impartitegli dall’Azienda regionale emergenza e urgenza;
– l’Amministrazione comunale di Nuoro, con nota del 27 agosto 2021, ha espresso il parere favorevole alla realizzazione dei lavori di cui al progetto denominato: “lavori di riqualificazione logistica e impiantistica da compiere presso la sede legale dell’Azienda regionale dell’emergenza e urgenza della Sardegna ai fini della realizzazione della CUR provvisoria presso la sede istituzionale dell’Azienda regionale dell’emergenza e urgenza della Sardegna” e, pertanto, nulla osta ad una sua approvazione;
– i tempi di esecuzione stimati per la realizzazione dell’opera di adeguamento sono di 90 giorni e pertanto compatibili e tali da assicurare una condizione di Disaster Recovery con la sede di Sassari;
– la dotazione impiantistica è già stata acquistata da AREUS sul mercato elettronico per due centrali operative e, se non dovesse essere utilizzata, all’atto dell’attivazione della sede di Cagliari sarà sicuramente superata tecnologicamente e magari non in linea con le esigenze future;

EVIDENZIATO che la soluzione alternativa di un’unica centrale costringerebbe la Regione ad affrontare un costo per il Disaster recovery di 3-4 anni (tempo necessario alla realizzazione dei lavori nella struttura individuata a Cagliari), ampiamente superiore all’attivazione della sede provvisoria di Nuoro la quale, successivamente alla realizzazione funzionale delle sedi di Sassari e Cagliari, potrà essere convertita in centrale per i trasporti secondari e il 116 117 senza ulteriori spese come previsto dalla deliberazione della Giunta regionale n. 41/18,

impegna il Presidente della Regione
e l’Assessore regionale dell’igiene e sanità e dell’assistenza sociale

1) a riferire in aula sulla paventata volontà da parte del commissario straordinario dell’AREUS di non dare seguito alla deliberazione della Giunta regionale n. 7/7 del 26 febbraio 2020, che autorizzata la realizzazione della CUR provvisoria presso la sede di AREUS a Nuoro in attesa della conclusione degli interventi di adeguamento delle sedi di Cagliari e Sassari;
2) ad attivare, o a far attivare, con la massima urgenza le procedure necessarie alla realizzazione della CUR NUE 112 provvisoria presso la sede di AREUS di Nuoro.

Cagliari, 9 novembre 2021

Condividi:
Aumenta dimensioni caratteri
Alto contrasto