Mozione n. 269

CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA

XVILegislatura

Mozione n. 269

MANCA Desiré Alma – CIUSA – LI GIOI – SOLINAS Alessandro sull’invasione di cavallette nella piana tra i Comuni di Ottana e Bolotana.

***************

IL CONSIGLIO REGIONALE

PREMESSO che:
– a causa della crisi generata dalla pandemia da Covid-19 le aziende agricole e zootecniche stanno pagando un prezzo salato in termini di diminuzione delle attività e difficoltà nella vendita del proprio prodotto;
– a questa situazione si è aggiunta nei giorni scorsi una invasione di milioni di cavallette che stanno devastando le culture orticole e foraggere, con grave ulteriore danno per i produttori e gli allevatori;
– pare non si riesca a contenere la popolazione di locuste che, partendo dalle terre che rimangono incolte a causa della crisi del settore dovuta ai prezzi dei prodotti agricoli che non riescono a coprire i costi di produzione, devastano tutte le colture che incontrano sulla propria strada;
– l’epicentro della devastazione, che con ogni probabilità sia arresterà con la fine del ciclo di vita delle cavallette, si trova nelle campagne della piana tra il Comune di Ottana e quello di Bolotana;

CONSIDERATO che:
– già lo scorso anno, allorquando le aziende agricole e zootecniche della zona citata in precedenza subirono gravi danni a causa dell’invasione di cavallette, fu detto loro che le locuste si trovavano in stato di crescita avanzato e che nulla si sarebbe potuto fare salvo programmare azioni di contenimento per l’anno successivo attraverso i Centri provinciali anti insetti;
– appare di tutta evidenza che la programmazione della campagna per il contenimento e la lotta agli insetti e roditori dannosi per le piante, gli animali e l’uomo non abbia dato risultati apprezzabili;

impegna il Presidente della Regione, l’Assessore regionale dell’agricoltura e riforma agro-pastorale e la Giunta regionale

ad intervenire nel più breve tempo consentito per avviare la prevenzione per il prossimo anno e per ristorare quanto prima i soggetti danneggiati con opportuni indennizzi.

Cagliari, 21 maggio 2020

Aumenta dimensioni caratteri
Alto contrasto
X