Interrogazione n. 1308/A

CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA

XVILegislatura

Interrogazione n. 1308/A

COMANDINI – GANAU – CORRIAS – DERIU – MORICONI – MELONI – PINNA – PISCEDDA, con richiesta di risposta scritta, sulla sempre più grave situazione del Presidio ospedaliero San Marcellino di Muravera con particolare riferimento alla rimodulazione dell’attività di Pronto soccorso a seguito della nota del direttore del Presidio unico di area omogenea del 7 gennaio 2022.

***************

I sottoscritti,

premesso che:
– il Presidio ospedaliero San Marcellino di Muravera è un presidio multispecialistico, con specifica vocazione nel gestire le emergenze del territorio circostante;
– il Distretto sanitario del Sarrabus-Gerrrei comprende dieci comuni: Armungia, Ballao, Castiadas, Muravera, San Nicolò Gerrei, San Vito, Silius, Villaputzu, Villasalto e Villasimius;

considerato che nel corso del tempo il Presidio ospedaliero multispecialistico San Marcellino di Muravera è stato colpito da forti tagli e ridimensionamenti, più volte denunciati dalle associazioni e dalle comunità del territorio che vedono nel Presidio ospedaliero un punto di riferimento;

appreso che il Pronto soccorso del Presidio ospedaliero San Marcellino di Muravera, per disposizioni del direttore del Presidio unico di area omogenea, non potrà più garantire il servizio h24, a causa di gravi carenze di personale medico;

appreso ulteriormente che:
– come si legge in tale nota, “il Pronto soccorso del Presidio San Marcellino sarà operativo in modalità h12 (8-20) dal lunedì al venerdì con decorrenza immediata”. Si legge, ancora, “contestualmente, nella fascia notturna (20-08) + sabato (h24), la domenica (h24) ed i giorni festivi (h24), verrà attivato l’ambulatorio per i codici minori, utilizzando lo stesso schema operativo previsto nel Presidio ospedaliero di Isili, che sarà assicurato dai medici di continuità assistenziale. L’ambulatorio potrà essere allestito nei locali del Pronto soccorso o nei locali, già in uso dalla Guardia medica adiacenti al Pronto soccorso all’interno del Presidio ospedaliero e si occuperà dei cosiddetti codici minori (codici bianchi e verdi). L’ambulatorio è attivo, oltre che nelle ore notturne (20-08), nei festivi e nei prefestivi e vi si accede direttamente (per i pazienti che si presentano a visita nell’ambulatorio di CA) o previo triage infermieristico per i codici minori che giungono presso il Pronto soccorso”. La nota conclude “Si chiede contestualmente al Servizio per l’emergenza territoriale 118 la sospensione di tutti i trasferimenti primari verso il Pronto soccorso di Muravera nelle ore notturne”;
– è indubbio che il perdurare dell’emergenza sanitaria e la carenza di personale medico non possono modificare la vocazione di un presidio territoriale e, anche in questo caso, il presidio ospedaliero non può prescindere dall’ottimale funzionamento del Pronto soccorso;

precisato che il progressivo depotenziamento del Presidio ospedaliero San Giuseppe di Isili con il funzionamento nelle sole ore diurne del Pronto soccorso, sempre disposto a seguito della nota del direttore del Presidio medico di area omogenea del 16 agosto 2021, è stato ampiamente denunciato nelle interrogazioni presentate in Consiglio regionale, ancora in attesa di risposta;

ferme restando le esigenze organizzative necessarie alla riorganizzazione del Presidio ospedaliero, è fuor di dubbio che tale situazione non può costituire elemento limitante del diritto alla salute in quanto le strutture sanitarie devono garantire, essendo un servizio pubblico, continuità e accessibilità e un servizio idoneo a tutelare la salute dei cittadini,

chiedono di interrogare il Presidente della Regione e l’Assessore regionale dell’igiene e sanità e dell’assistenza sociale per sapere:
1) se siano a conoscenza della nota del direttore del Presidio unico di area omogenea del 7 gennaio 2022 che dispone la rimodulazione delle attività del Pronto soccorso del Presidio ospedaliero San Marcellino di Muravera, e l’attivazione dell’ambulatorio per i codici minori;
2) se non ritenga opportuno ed urgente, vista la grave situazione su esposta, riportare il Pronto soccorso del Presidio ospedaliero di Muravera alla piena operatività con un organico medico infermieristico che possa dare ai pazienti, che da tempo stanno già pagando un prezzo molto alto in termini di depotenziamento dei servizi tutti, risposte in termini di qualità e quantità delle prestazioni sanitarie, così da garantire il diritto alla salute dei cittadini.

Cagliari, 10 gennaio 2022

Condividi:
Aumenta dimensioni caratteri
Alto contrasto