Interrogazione n. 1014/A

CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA

XVILegislatura

Interrogazione n. 1014/A

(Pervenuta risposta scritta in data 13/01/2022 e in data 13/01/2022 e in data 27/01/2022)

COMANDINI – GANAU – CORRIAS – DERIU – MELONI – MORICONI – PINNA – PISCEDDA, con richiesta di risposta scritta, sul rispetto degli accordi assunti nel tavolo partenariale del 23 gennaio 2019, a favore dei lavoratori dell’ex ATI-IFRAS.

***************

I sottoscritti,

premesso che:
– IFRAS è un’importante realtà imprenditoriale nata nel 1990 come impresa operante nel settore dei servizi. Negli anni la società è cresciuta anche grazie alla professionalità dei propri dipendenti, progettando, sviluppando e realizzando numerosi lavori, sia per committenti privati che per organismi pubblici;
– la legge regionale 30 novembre 2016, n. 30 (Disposizioni per la prosecuzione delle attività previste dalla convenzione relativa alla gestione del progetto denominato “Parco geominerario della Sardegna” e modifiche alla legge regionale 11 aprile 2016, n. 5 (legge di stabilità 2016)), modificata dalla legge regionale 22 dicembre 2016, n. 34 e dalla legge regionale 3 agosto 2017, n. 18, all’articolo 2 prevede la prosecuzione degli interventi previsti per la stabilizzazione occupazionale nel progetto denominato “Parco geominerario della Sardegna”;

considerato che:
– la Regione autonoma della Sardegna, ai sensi della legge regionale n. 34 del 2016, con l’obiettivo del reinserimento occupazionale dei lavoratori dell’ex ATI-IFRAS che non hanno optato per l’incentivo all’esodo, ha avviato un percorso articolato di ricollocazioni a tempo determinato nelle more dell’individuazione dell’operatore che dovrà provvedere alla stabilità lavorativa;
– il giorno 23 gennaio 2019, tra la Regione autonoma della Sardegna e le parti interessate, si è tenuto il tavolo partenariale – Piano per i lavoratori del Parco geominerario storico e ambientale della Sardegna;
– nel citato tavolo partenariale, si legge nel verbale, sono stati raggiunti diversi accordi tra i quali il riconoscimento “della continuità reddituale” al fine di indennizzare il disagio sopportato dai lavoratori in conseguenza del ritardato reinserimento nei progetti occupazioni, garantendo quindi il potere d’acquisto;

considerato ulteriormente che ad oggi, dopo oltre un anno, i lavoratori dell’ex ATI IFRAS stanno ancora aspettando che gli accordi siglati durante il tavolo partenariale vengano rispettati;

chiedono di interrogare l’Assessore degli affari generali, organizzazione e personale, l’Assessore regionale del lavoro, formazione professionale, cooperazione e sicurezza sociale e l’Assessore regionale dell’industria per sapere se:
1) siano a conoscenza che gli accordi siglati durante il tavolo partenariale – Piano per i lavoratori del Parco geominerario storico e ambientale della Sardegna, non sono stati rispettati, deludendo così le aspettative dei lavoratori;
2) non ritengano opportuno e doveroso verificare la situazione ed eventualmente riconoscere quanto dovuto ai lavoratori prevedendo anche il conteggio degli arretrati.

Cagliari, 27 aprile 2021

Condividi:
Aumenta dimensioni caratteri
Alto contrasto