Nota stampa della seduta n. 209

CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA

XVI Legislatura

Ufficio Stampa

Nota stampa della seduta n. 209 – antimeridiana
Mercoledì 18 maggio 2022

Pier Paolo Congiu , primo dei non eletti della Lista Fortza Paris, ha prestato giuramento come consigliere regionale. Sostituisce come supplente temporaneo (18 mesi) il consigliere Valerio De Giorgi

Eletti segretari dell’Ufficio di Presidenza: Michele Ennas (Lega), Emanuele Cera (Forza Italia), Fausto Piga (Fratelli d’Italia), Alessandro Solinas (M5S) e Roberto Deriu (Leu)

Il Consiglio proseguirà i lavori questo pomeriggio alle 16.  

La seduta del Consiglio si è aperta alle 11.00. Dopo le formalità di rito, il presidente Michele Pais ha comunicato all’Aula la decisione del Gruppo “Udc-Cambiamo” di modificare il proprio nome in “Udc Sardegna al Centro”. Sull’ordine dei lavori è intervenuto il consigliere Massimo Zedda (Progressisti) che ha lamentato il mancato rispetto da parte del Consiglio di affrontare, una volta al mese, alcune questioni di particolare importanza con la formula del question time. Zedda ha chiesto, in particolare, di parlare al più presto di alcuni vicende: la situazione delle Rsa sarde dove non sono ancora consentite le visite, le esercitazioni militari in prossimità della stagione turistica, la privatizzazione dell’aeroporto di Cagliari. Zedda infine ha invitato la Giunta regionale a riferire puntualmente al Consiglio, come previsto dal Regolamento consiliare, sui più importanti fatti di interesse politico-amministrativo. Il presidente Pais ha assicurato che la prassi sarà ripristinata al più presto.

Si è quindi passati all’esame del primo punto dell’ordine del giorno: il giuramento del nuovo consigliere regionale Pierpaolo Congiu (Forza Paris) in sostituzione del consigliere Valerio De Giorgi sospeso dalla carica in seguito a un’inchiesta giudiziaria in applicazione della “Legge Severino”. Il Consiglio regionale ha quindi commemorato la figura di Dino Milia, avvocato di grido, ex consigliere regionale e parlamentare della Repubblica scomparso nel 2019. Al termine della commemorazione, su richiesta del presidente del Gruppo Psd’Az Franco Mula, la seduta è stata sospesa per alcuni minuti.

Alla ripresa dei lavori, si è proceduto alle operazioni di voto per l’elezione di 5 segretari d’Aula in rappresentanza di Lega Sardegna, Forza Italia, Fratelli d’Italia, M5S e Leu. Il capogruppo del Psd’Az, Franco Mula ha dichiarato l’astensione del suo gruppo. Sono risultati eletti Michele Ennas (Lega) con 7 voti, Emanuele Cera (Forza Italia) con 4, Fausto Piga (Fratelli d’Italia) con 2, Alessandro Solinas (M5S) con 19 e Roberto Deriu (Leu) con 14. (Psp)

Successivamente il presidente ha comunicato della presenza di un gruppo di Sindaci che hanno chiesto un incontro urgente con i capigruppo consiliari.

Subito dopo, prendendo la parola sull’ordine dei lavori il consigliere Giorgio Oppi (Udc-Sardegna al Centro) ha annunciato che il suo gruppo non parteciperà alla discussione della mozione n.588 (Moriconi e più) su Pnrr e fondi europei. Chiedo scusa a Moriconi del quale ho stima, ha affermato Oppi, ma non vogliamo avallare la situazione di stallo di commissioni e Consiglio dove da circa un mese e mezzo non si produce niente, nonostante le grandi attese dei sardi e soprattutto del sistema economico regionale. L’esponente dell’Udc ha poi criticato alcune scelte del presidente del Consiglio sul piano regolamentare e della conduzione dell’Aula.

Subito dopo Desirè Manca (M5S) ha ripreso alcuni concetti espressi da Oppi, lamentando la scarsa attività di Consiglio e commissioni, con particolare riferimento alle numerose proposte ed iniziative del suo gruppo, rimaste “nei cassetti”. La situazione è effettivamente questa, ha aggiunto, ed Oppi che ne ha preso le distanze dovrebbe lasciare la maggioranza. Vorremmo sapere inoltre, ha concluso rivolta al presidente Pais, se al dibattito di questo pomeriggio sarà presente il presidente della Regione, perché il contenuto della mozione all’ordine del giorno è di grandissima importanza.

Il presidente Pais ha replicato che, dopo l’incontro con i Sindaci, la discussione della mozione si terrà nel pomeriggio e, quanto alla partecipazione del presidente della Regione, ha affermato che ovviamente può intervenire ma comunque sono presenti gli assessori competenti.

Il consigliere Daniele Cocco, di Leu, ha sottolineato che la mozione della minoranza non è un documento qualunque e perciò dovrebbe stare molto a cuore a tutti. Inoltre, ha segnalato la situazione di estrema emergenza nel sistema sanitario perché il direttore generale dell’assessorato della Sanità, di fatto, ha dichiarato illegittime le nomine di tutti i direttori sanitari ed amministrativi, per cui sono necessarie garanzie e rassicurazioni sulla legittimità degli atti fin qui compiuti, anche nell’interesse degli stessi manager.

Al termine di quest’ultimo intervento, il presidente ha convocato i capigruppo per l’incontro con i Sindaci, annunciando che il Consiglio riprenderà i lavori alle 16. (Af)

Condividi:
Aumenta dimensioni caratteri
Alto contrasto