Biblioteca

Si comunica che:
a partire dal 29 luglio 2019 la Biblioteca del Consiglio regionale della Sardegna rimarrà chiusa sino a data da definirsi per l’esecuzione di lavori di manutenzione straordinaria

Istituita nel 1950 per rispondere alle esigenze di ricerca e documentazione dell’Assemblea regionale, la biblioteca del Consiglio regionale della Sardegna è specializzata in discipline giuridiche, economiche e sociali.

Dal 1987 è aperta, esclusivamente per la consultazione, a tutti i cittadini.

Il patrimonio è costituito da 50.000 monografie, 350 periodici, 10.000 volumi sardi, pubblicazioni ufficiali dell’Unione europea, dello Stato italiano, delle Regioni.

Di particolare importanza il patrimonio antiquario che comprende alcune importanti collezioni: tra esse si segnala il Fondo Giuseppe Manno, acquisito nel 1991 dagli eredi della famiglia del Senatore del Regno; l’emeroteca Marica, che fornisce a curiosi e studiosi uno spaccato certosino sulla società sarda e i suoi personaggi; i preziosi manoscritti di Giuseppe Amat; le lettere autografe di Grazia Deledda; le carte geografiche della Sardegna, tra le quali spiccano per bellezza e rarità i tre manoscritti su pergamena del XVI e XVII secolo.

La Biblioteca collabora alla realizzazione di eventi e mostre finalizzate alla conoscenza e alla valorizzazione del suo patrimonio, tra queste le recenti “Biografia di un progetto artistico – Nivola al Palazzo del Consiglio regionale” nel 2015 e “Stato di Grazia – Artisti e opere intorno a Grazia Deledda” nel 2016, in occasione della Manifestazione Monumenti Aperti.