Versione per la stampa http://www.consregsardegna.it/wp-content/plugins/print-o-matic/css/print-icon-small-black.png


30 anni dalla strage di via D’Amelio. Il Presidente Pais: “Un dolore immenso”

“Oggi ricorre il trentesimo anniversario della strage di Via D’Amelio in cui morirono, per mano della mafia, il magistrato Paolo Borsellino e cinque agenti della scorta, tra cui l’agente Emanuela Loi. Proviamo ancora un dolore immenso che, nonostante il passare degli anni,  non si attenua”.

Il Presidente Pais, anche a nome del Consiglio regionale , esprime  profondo cordoglio, alla famiglia di Emanuela Loi e ai parenti delle altre persone uccise in questo attentato di mafia.

“La Sardegna – ha aggiunto il Presidente Pais – ha pagato con la vita di Emanuela Loi, tra l’altro prima donna della Polizia a morire in servizio, un tributo pesantissimo alla lotta alla mafia. Oggi ricordiamo quel 19 luglio del 1992 con profonda sofferenza. Il sacrificio di Emanuela Loi deve servire da monito per le generazioni future. Nessuno può restare indifferente davanti a qualunque tipo di violenza, la criminalità va combattuta con ogni mezzo. E chi sacrifica la propria vita a favore della   legalità e della democrazia è un eroe da celebrare per sempre”.

 

Condividi:
Aumenta dimensioni caratteri
Alto contrasto