Mozione n. 537

CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA

XVILegislatura

Mozione n. 537

LI GIOI – CIUSA – SOLINAS Alessandro – MANCA Desiré Alma in merito alla necessità di adottare tempestivamente ogni iniziativa adatta ad assicurare la certezza dei collegamenti aerei in tempo utile all’avvio della stagione turistica 2022.

***************

IL CONSIGLIO REGIONALE

PREMESSO che:
– l’articolo 36 della legge 17 maggio 1999, n. 144 assegna al Ministro delle infrastrutture e dei trasporti la competenza di imporre con proprio decreto oneri di servizio pubblico sui servizi aerei di linea effettuati tra gli scali aeroportuali della Sardegna ed i principali aeroporti nazionali;
– i servizi aerei di linea, sulle rotte individuate con i decreti ministeriali adottati ai sensi dell’articolo 36 della legge n. 144 del 1999, costituiscono servizi di interesse economico generale e sono sottoposti ad oneri di servizio pubblico al fine di assicurare la continuità territoriale della Sardegna;
– l’articolo 1, commi 837 e 840 della legge 27 dicembre 2006, n. 296 (Legge finanziaria 2007) prevede il passaggio delle funzioni in materia di continuità territoriale alla Regione autonoma della Sardegna e l’assunzione, a partire dal 2010, dei relativi oneri finanziari a carico della Regione;
– il regolamento CE n. 1008/2008 recante norme comuni per la prestazione di servizi aerei nella Comunità, oltre a disciplinare il rilascio delle licenze ai vettori aerei comunitari, definisce le condizioni cui attenersi per imporre, da parte di uno Stato membro, oneri di servizio pubblico su servizi aerei di linea effettuati tra un aeroporto comunitario e un aeroporto che serve una regione periferica o in via di sviluppo all’interno del suo territorio, o una rotta a bassa densità di traffico verso un qualsiasi aeroporto nel suo territorio, qualora tale rotta sia considerata essenziale per lo sviluppo economico e sociale della Regione servita dall’aeroporto stesso;
– tali oneri sono imposti esclusivamente nella misura necessaria a garantire che sulla rotta siano prestati servizi aerei di linea minimi rispondenti a determinati criteri di continuità, regolarità, tariffazione o capacità minima, cui i vettori aerei non si atterrebbero se tenessero conto unicamente del loro interesse commerciale;
– il 7 settembre 2010 è stato firmato il Protocollo di intesa per la continuità territoriale aerea da e per la Sardegna tra il Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, l’Ente nazionale per l’aviazione civile (ENAC) e la Regione autonoma della Sardegna;
– con il decreto ministeriale 21 febbraio 2013, n. 61, sono stati imposti gli oneri di servizio pubblico sulle rotte Alghero-Roma Fiumicino e viceversa, Alghero-Milano Linate e viceversa, Cagliari-Roma Fiumicino e viceversa, Cagliari-Milano Linate e viceversa, Olbia-Roma Fiumicino e viceversa, Olbia-Milano Linate e viceversa;
– con il decreto ministeriale 8 agosto 2018, n. 367, sono stati imposti, a far data dal 1° aprile 2019, gli oneri di servizio pubblico sulle stesse rotte individuate nel decreto n. 61 del 2013 e la cessazione degli effetti del decreto ministeriale n. 61 del 21 febbraio 2013 a partire dalla stessa data di entrata in vigore della nuova imposizione;
– con successivo decreto ministeriale n. 483 del 21 novembre 2018 è stata differita al 17 aprile 2019 l’entrata in vigore degli oneri di servizio previsti nel decreto n. 367 del 2018 di cui sopra e sono stati prorogati fino alla data di entrata in vigore del nuovo regime gli effetti del decreto n. 61 del 2013;
– con il decreto ministeriale 11 aprile 2019, n. 140, è stato modificato il regime impositivo di cui al decreto ministeriale n. 367 limitandone gli effetti alle sole rotte Olbia-Roma Fiumicino e viceversa, Olbia- Milano Linate e viceversa ed è stata prevista la prosecuzione, oltre la data del 17 aprile 2019, degli effetti del decreto ministeriale 21 febbraio 2013, n. 61, per i servizi aerei di linea sulle rotte Alghero-Roma Fiumicino e viceversa, Alghero-Milano Linate e viceversa, Cagliari-Roma Fiumicino e viceversa, Cagliari-Milano Linate e viceversa;
– il Ministro delle infrastrutture e dei trasporti, con decreto n. 87 del 21 febbraio 2020, al fine di far rivivere gli effetti del decreto ministeriale 21 febbraio 2013, n. 61 anche per i servizi aerei di linea sulle rotte Olbia-Roma Fiumicino e viceversa, Olbia-Milano Linate e viceversa ha decretato la cessazione a decorrere dal 17 aprile 2020 degli effetti dei decreti ministeriali 8 agosto 2018, n. 367 e 11 aprile 2019, n. 140 e contestualmente prorogato la continuità aerea della Sardegna fino al 31 gennaio 2021 e da ultimo fino al 28 ottobre 2021;
– con nota del 30 agosto 2021, la quale Alitalia Società Aerea Italiana Spa in amministrazione straordinaria ha confermato alla Regione Sardegna e all’ENAC di aver interrotto, a far data dalla mezzanotte del 24 agosto 2021, le vendite di biglietti aerei per i voli onerati ai sensi del decreto ministeriale n. 61 del 2013 programmati dal 15 ottobre 2021, in attuazione della autorizzazione rilasciata al vettore aereo dal Ministero dello sviluppo economico a cessare le proprie attività di volo da tale data;
– al fine di assicurare, senza soluzione di continuità e fino al perfezionamento, attraverso gli ordinari passaggi procedurali, del nuovo regime di oneri di servizio pubblico, la prosecuzione dei servizi onerati che garantiscono voli di linea adeguati, regolari e continuativi tra gli scali sardi di Alghero, Cagliari ed Olbia e gli aeroporti di Roma Fiumicino e Milano Linate, la Commissione europea si è espressa favorevolmente sul ricorso in via transitoria alla procedura di emergenza di cui all’articolo 16 del Regolamento (CE) n. 1008/2008 e ha invitato le autorità italiane a porre a base della selezione il contenuto e i criteri del nuovo progetto impositivo;
– con decreto n. 357 del 14 settembre 2021, il Ministro delle infrastrutture e della mobilità sostenibile ha imposto gli oneri di servizio pubblico per i servizi aerei di linea sulle rotte Alghero-Roma Fiumicino e viceversa, Alghero-Milano Linate e viceversa, Cagliari-Roma Fiumicino e viceversa, Cagliari-Milano Linate e viceversa, Olbia-Roma Fiumicino e viceversa, Olbia- Milano Linate e viceversa per il periodo compreso tra il 15 ottobre 2021 e il 14 maggio 2022;

CONSIDERATO che:
– il punto 108 della Comunicazione (2017/C 194/01), prevede che la Regione possa selezionare un vettore aereo che si assuma l’OSP per un periodo massimo di sette mesi, se l’importo delle compensazioni rimane in linea con l’articolo 17, paragrafo 8, del regolamento e se la selezione del nuovo vettore aereo è effettuata tra i vettori aerei dell’UE, nel rispetto dei principi di trasparenza e non discriminazione;
– in data 13 OTTOBRE 2021, con le determinazioni n. 530, 531, 532, 533, 534, 535, sono stati aggiudicati alla società Volotea i servizio aerei di linea, così come disciplinato nell’Allegato tecnico al decreto ministeriale n. 357 del 2021, ai sensi dell’articolo 16, comma 12 del regolamento (CE) n. 1008/2008 e del paragrafo 9 della Comunicazione della Commissione (2017/C 194/01) rispettivamente sulle rotte Alghero-Roma Fiumicino e viceversa, Alghero-Milano Linate e viceversa, Cagliari-Roma Fiumicino e viceversa, Cagliari-Milano Linate e viceversa, Olbia- Roma Fiumicino e viceversa, Olbia-Milano Linate;

RILEVATO che:
– il 25 novembre 2021 il Ministro delle infrastrutture e della mobilità sostenibile ha firmato i decreti che consentono di avviare le procedure per l’assegnazione dei servizi di linea sulle rotte che collegano Alghero, Cagliari e Olbia con Roma (aeroporto di Fiumicino) e Milano (aeroporto di Linate) e sulle rotte Alghero-Bologna, Cagliari-Bologna e Cagliari Torino a partire dal 15 maggio 2022;
– in una prima fase è previsto che i vettori comunitari interessati a operare il servizio sulle rotte indicate e con le modalità fissate dai decreti possono presentare alla Regione autonoma della Sardegna l’accettazione del servizio per ogni singola rotta senza contributo pubblico;
– nel caso in cui non giungano accettazioni dei servizi, il diritto di esercitare ciascuna delle rotte può essere concesso in via esclusiva, con il contributo pubblico, ad un unico vettore per due anni tramite gare pubbliche espletate dalla Regione Sardegna;

RILEVATO altresì che:
– l’ultima proroga fino al 28 ottobre 2021 dei contratti con Alitalia era stata concessa dalla Regione per salvaguardare l’imminente stagione turistica;
– la scadenza dell’attuale regime di continuità e l’avvio del nuovo avverranno a stagione turistica già avanzata, precludendo in tale arco temporale la programmazione, prenotazione e vendita dei biglietti e pregiudicando tutta la stagione turistica 2022 a vantaggio di altre destinazioni;
– ciò comporterebbe ulteriori danni economici ed occupazionali gravissimi e insostenibili per la Sardegna;

RITENUTO che la Regione debba pertanto adottare tempestivamente ogni iniziativa utile a garantire che la stagione turistica 2022 possa svolgersi con regolarità,

impegna il Presidente della Regione e la Giunta regionale

ad adottare tempestivamente ogni iniziativa necessaria ad assicurare la certezza dei collegamenti aerei in tempo utile all’avvio della stagione turistica 2022.

Cagliari 26 novembre 2021

Condividi:
Aumenta dimensioni caratteri
Alto contrasto