Mozione n. 511

CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA

XVILegislatura

Mozione n. 511

MANCA Desiré Alma – CIUSA – LI GIOI – SOLINAS Alessandro sulle carenze della Struttura trasfusionale dell’Ospedale civile SS Annunziata di Sassari.

***************

IL CONSIGLIO REGIONALE

PREMESSO che:
– la Struttura trasfusionale (ST) è un servizio ospedaliero che ha compiti diagnostici, di supporto terapeutico e di contributo all’autosufficienza locale, regionale e nazionale di sangue per emocomponenti ed emoderivati;
– i Dipartimenti di Medicina trasfusionale si prefiggono lo scopo di garantire l’autosufficienza, la qualità e la sicurezza nelle attività di: raccolta, controllo, lavorazione, conservazione e distribuzione del sangue umano e dei suoi componenti e attività di Medicina trasfusionale;
– l’attività dei professionisti afferenti alla struttura si occupa di:
– raccolta e produzione emocomponenti a scopo trasfusionale da donazioni di sangue;
– validazione, produzione, assegnazione e distribuzione emocomponenti;
– attività diagnostica di laboratorio immunoematologico;
– attività di medicina trasfusionale;
– emovigilanza;
– in parte il plasma prodotto viene inviato all’industria farmaceutica convenzionata per la produzione di emoderivati (ad es. albumina, immunoglobuline, fattore VIII);
– tali compiti riguardano la domanda di salute di pazienti affetti da varie e severe patologie che richiedono per l’espletamento di locali idonei a garantirne l’adeguata assistenza dei pazienti e il rispetto dei livelli di privacy;
– attualmente per quanto riguarda il Servizio immunotrasfusionale dell’AOU di Sassari, al quale afferisce un vastissimo bacino di utenza, è stato rilevato che lo stato dei locali è del tutto insufficiente a garantire sia l’adeguata assistenza che il rispetto dei livelli di privacy;
– da circa 24 mesi alcuni spazi del reparto sono stati assegnati in via provvisoria al TAO, Centro emostasi e della coagulazione, e questo comporta che le diverse terapie fornite dal ST debbano essere somministrate in unico ambiente non adeguato ad offrire al paziente le pur minime condizioni di comodità e di tutela della privacy;
– è stata registrata, inoltre, una progressiva riduzione del personale per pensionamenti e per altre cause e nell’imminenza è prevista un’ulteriore riduzione per pensionamenti. La limitata dotazione di risorse umane già in atto e peraltro destinata a peggiorare, rischia di ridurre le tutele dei pazienti nell’erogazione delle prestazioni che rientrano tutte nei LEA;

CONSIDERATO che per soddisfare adeguatamente la domanda di salute dei pazienti e perseguire la tutela della stessa sarebbe necessario provvedere a un’adeguata dotazione di locali e garantire alcune aperture pomeridiane del reparto che potranno essere realizzate attraverso il potenziamento dello staff;

RILEVATA l’inadeguatezza dei locali e la progressiva riduzione dell’organico destinata ad aumentare nel prossimo futuro;

VALUTATA l’importanza strategica del Servizio immunotrasfusionale dell’AOU di Sassari sia in ambito aziendale che in quello della rete trasfusionale regionale, come previsto dal Piano Sangue 2019-2021,

impegna il Presidente della Regione e l’Assessore regionale dell’igiene e sanità e dell’assistenza sociale

1) ad attivarsi nel più breve tempo consentito e con le modalità più tempestive ed efficaci possibili affinché si provveda nel rispetto dei criteri di accreditamento a dotare la ST del personale necessario onde soddisfare la domanda di trattamenti sanitari del vasto bacino d’utenza che vi afferisce;
2) a garantire locali idonei all’accoglienza e all’erogazione delle prestazioni sanitarie con la dovuta tutela della privacy.

Cagliari 22 settembre 2021

Condividi:
Aumenta dimensioni caratteri
Alto contrasto