Mozione n. 390

CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA

XVILegislatura

Mozione n. 390

DERIU – FANCELLO – MULA – SAIU – TALANAS sulle celebrazioni inerenti al centocinquantesimo anniversario della nascita del Premio Nobel Grazia Deledda.

***************

IL CONSIGLIO REGIONALE

PREMESSO che:
– il 2021 è l’anno del centocinquantesimo anniversario della nascita di Grazia Maria Cosima Damiana Deledda (1871-1936), meglio nota come Grazia Deledda, scrittrice nuorese, prima ed unica donna italiana vincitrice del Premio Nobel per la letteratura nel 1926, (la seconda è stata Rita Levi Montalcini per la medicina, nel 1986);
– il 10 dicembre 1926, a Stoccolma, la scrittrice sarda viene insignita del Premio Nobel per la letteratura, “per la sua potenza di scrittrice, sostenuta da un alto ideale, che ritrae in forme plastiche la vita quale è nella sua appartata isola natale, e che con profondità e con calore tratta problemi di generale interesse umano”;
– il 3 novembre 2016 è stata approvata dalla Camera dei deputati una mozione (prima firmataria Elena Centemero F.I.), che impegna il Governo “a promuovere e sostenere iniziative presso le istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado volte a favorire lo studio e la conoscenza dell’opera di Grazia Deledda, anche in coincidenza col 70° anniversario del riconoscimento del diritto di voto alle donne italiane”;
– Grazia Deledda è una delle autrici più lette e tradotte nel resto del mondo, ha scritto 35 romanzi, oltre 350 novelle, tante poesie ed ha collaborato con le più prestigiose testate giornalistiche dell’epoca. Oltre a essere una grande scrittrice, è stata una rivoluzionaria, nella sua vita prima di ogni cosa;

CONSIDERATO che anche alla luce di quanto esposto in premessa, Grazia Deledda riveste una particolare importanza nel panorama culturale mondiale, e tramite le sue opere dà lustro alla Sardegna, raccontando l’isola nelle sue innumerevoli sfumature, rappresentando inoltre un modello dirompente in un momento storico e in una terra poco inclini a premiare l’ambizione femminile;

CONSIDERATO, altresì, che l’anno prossimo ricorrerà, inoltre, il cinquantesimo anniversario della nascita dell’ente che gestisce e cura, tra le altre cose, il Museo deleddiano, che ha sede nella Casa natale della scrittrice a Nuoro, l’Istituto superiore regionale etnografico (ISRE), istituito con legge regionale 5 luglio 1972, n. 26 e nato proprio in occasione del centesimo anniversario della nascita di Grazia Deledda;

TENUTO CONTO dell’importanza che dovrebbe rivestire per l’Italia, per l’Isola, l’intero popolo sardo e tutto il mondo culturale, l’organizzazione delle celebrazioni per il centocinquantesimo anniversario della nascita di Grazia Deledda,

impegna il Presidente della Regione e l’Assessore regionale della pubblica istruzione, beni culturali, informazione, spettacolo e sport, affinché:

1) dispongano tutti gli atti necessari al fine di organizzare degnamente le celebrazioni per il centocinquantesimo anniversario della nascita di Grazia Deledda;
2) provvedano ad effettuare tutti gli interventi necessari per il decoro e la piena fruizione della Casa museo del Premio Nobel.

Cagliari, 18 gennaio 2021

Condividi:
Aumenta dimensioni caratteri
Alto contrasto