Interrogazione n. 926/A

CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA

XVILegislatura

Interrogazione n. 926/A

(Discussa in Aula il 22/06/2021 ai sensi dell’articolo 123 bis del Regolamento)

CANU – COSSA – SALARIS, con richiesta di risposta scritta, sulla necessità di una più funzionale dislocazione dei Canadair per la stagione antincendio 2021 in funzione delle aree a maggior rischio.

***************

I sottoscritti,

premesso che:
– con la deliberazione della Giunta regionale n. 22/3 del 23 aprile 2020, avente ad oggetto “Prescrizioni regionali antincendio 2020-2022”, sono state stabilite le misure atte ad arginare l’avanzare delle fiamme nell’Isola, con un alto rischio che si riscontra principalmente nella stagione estiva;
– con tale provvedimento la Regione autonoma della Sardegna intende essere in prima linea nella lotta agli incendi, per conservare e difendere il patrimonio ambientale isolano;
– grazie ad esso è stato possibile predisporre per tempo la complessa macchina organizzativa, pronta dal 1° giugno ad affrontare la piaga degli incendi nella difesa del patrimonio naturalistico sardo;

evidenziato che:
– nell’anno 2020 la dotazione antincendio in capo alla Regione, in base ad un accordo con il Dipartimento della Protezione civile, prevedeva la dislocazione di tre aerei Canadair, tutti nell’aeroporto civile Olbia-Costa Smeralda, che ha ospitato sia la base per i mezzi che gli uffici destinati agli equipaggi della Protezione civile, motivando tale decisione semplicemente con la vicinanza logistica alla Penisola;
– nel 2019 Alghero ha ospitato i 3 aerei Canadair presso il distaccamento dell’Aeronautica militare, dove sono presenti un hangar utilizzabile per gli interventi manutentivi e la sede logistica per gli equipaggi. Il supporto viene fornito dall’Aeronautica militare presso la propria area, senza l’utilizzo delle aree civili, permettendo in questo modo che le operazioni al traffico civile non siano inficiate. Le condizioni di traffico aereo civile, inoltre, sono tali da non creare ritardi alle operazioni commerciali civili e a quelle operative dei canadair;
– nell’anno 2012, l’ultimo in cui la campagna antincendi ha visto schierato un aereo Canadair presso l’aeroporto di Cagliari-Elmas, la base cagliaritana della protezione civile ha effettuato il 90 per cento degli interventi nelle ex province di CA, VS, CI, essendo possibile un intervento più tempestivo per lo spegnimento delle fiamme in particolare tra Basso Campidano, Parteolla, Trexenta, Sarcidano e Sarrabus Gerrei, dove le statistiche di quell’anno riportavano il maggior numero di incendi registrati; i canadair contribuirono inoltre efficacemente allo spegnimento di incendi in Sicilia, Calabria, Lazio, e Umbria;

considerato che:
– dalla carta dei punti d’insorgenza incendi del quinquennio 2015-2019, allegata alla deliberazione n. 22/3 del 23 aprile 2020 si nota come l’area di maggior insistenza ricada nei territori delle ex province CA, VS, CI, nella parte centro meridionale della Sardegna e nella parte nord occidentale;

analizzando i dati per l’anno 2020 derivati dai bollettini giornalieri pubblicati nel sito regionale della protezione civile, si evince che:
1) nel mese di giugno 2020 a fronte di 445 incendi verificatisi su tutta la Sardegna, gli interventi dei Canadair sono stati solo 5 in totale, di cui 3 nel territorio compreso tra le ex province di CA, VS, CI, uno nella ex provincia di NU ed OG, uno nella ex provincia di OR, zero nell’ex provincia di SS ed OT; sono stati registrati pertanto 310 incendi, di cui il 70 per cento del totale, nella parte sud dell’isola tra le ex province di CA, VS, CI;
2) nel mese di luglio 2020 a fronte di 606 incendi verificatisi su tutta la Sardegna, gli interventi dei Canadair son stati solo 5 in totale, di cui zero nel territorio compreso tra le ex province di CA, VS, CI, due nella ex provincia di NU ed OG, uno nella ex provincia di OR, due nell’ex provincia di SS ed OT; sono stati registrati pertanto 379 incendi, di cui il 62 per cento del totale, nella parte sud dell’isola tra le ex province di CA, VS, CI;
3) nel mese di agosto 2020 a fronte di 630 incendi verificatisi su tutta la Sardegna, gli interventi dei Canadair sono stati 56 in totale, di cui 5 nel territorio compreso tra le ex province di CA, VS, CI, 23 nella ex provincia di NU ed OG, 11 nella ex provincia di OR, 17 nell’ex provincia di SS ed OT; sono stati registrati pertanto 378 incendi, di cui il 60 per cento del totale, nella parte sud dell’isola tra le ex province di CA, VS, CI;
4) nel mese di settembre 2020 a fronte di 261 incendi verificatisi su tutta la Sardegna, gli interventi dei Canadair sono stati 1 in totale, di cui zero nel territorio compreso tra le ex province di CA, VS, CI, 1 nella ex provincia di NU ed OG, zero nella ex provincia di OR, zero nell’ex provincia di SS ed OT. Sono stati registrati pertanto 175 incendi, di cui il 67 per cento del totale, nella parte sud dell’isola tra le ex province di CA, VS, CI;
– le cifre riguardanti gli incendi in Sardegna nell’anno 2020 evidenziano un numero inferiore di roghi nelle ex province di NU, OG, OR, SS, OT pari a 759, a fronte di 1317 nelle ex province di CA, CI e VS, circa il 63 per cento del totale pari a 2076;

Distribuzione degli incendi sul territorio regionale nell’anno 2020

Ex Province
di CA, VS e CI
Ex Province di SS e OTEx Province
di NU e OG Ex
Provincia
di OR
Totale complessivo
maggio108
giugno5522445
luglio3791086554606
agosto3781055889630
settembre175282434261
ottobre1825126
Totale incendi per province nel 202013173081832682076
Percentuali sul totale63,44%14,84%8,82%12,91%100%

rilevato che la flotta antincendio schierata nell’anno 2020 in capo alla Regione per far fronte all’emergenza dei roghi è apparsa del tutto insufficiente ed inadeguata per le ex province di CA, CI, VS, ed in generale per tutto il sud della Sardegna, giacché lo spiegamento di forze per la campagna antincendio sembra non equilibrato per coprire l’intero territorio isolano, lasciando così sguarnita la parte meridionale della Sardegna;

preso atto che le cifre evidenziano che circa il 63 per cento del totale degli incendi registrati in Sardegna nell’anno 2020 (1317 su 2076) ha interessato le ex province di CA, CI, VS;

visto che:
– l’ambiente, il patrimonio boschivo e faunistico costituiscono un vero tesoro per la Regione, un’eccellenza da salvaguardare in tutte le sue realtà, attraverso un utilizzo ai fini produttivi legato anche all’agricoltura e alle strutture agrituristiche;
– il Piano regionale di previsione, prevenzione e lotta attiva contro gli incendi boschivi, approvato con deliberazione n. 26/1 del 24 maggio 2018, individuava con una scala dei valori che va da 1 a 10, le aree di massima pericolosità d’incendio principalmente nei territori che si estendono tra il golfo di Oristano e Capo Teulada sul versante ovest sud Ovest; dal Golfo di Orosei, Barbagia, Ogliastra fino ai monti dei Sette Fratelli ed al Golfo di Cagliari nel versante sud orientale e che ivi ricadono anche i punti di maggiore densità e insorgenza degli incendi piccoli, medi e grandi,

chiedono di interrogare il Presidente della Regione, l’Assessore regionale della difesa dell’ambiente per sapere:
1) quali interventi di natura organizzativa intendano predisporre per garantire un’adeguata copertura territoriale, tale da assicurare la tutela del patrimonio boschivo, ambientale, naturalistico di tutta l’isola e scongiurare ritardi nelle operazioni di spegnimento degli incendi nelle aree dove si registra la percentuale di focolai più elevata (le cifre maggiori nella passata stagione 2020 son state riscontrate nella parte meridionale dell’isola);
2) se non ritengano doveroso disporre, in previsione della campagna antincendi 2021, una distribuzione più equilibrata dei Canadair nel territorio regionale utilizzando anche gli scali di Cagliari-Elmas e Alghero-Fertilia;
3) se non ritengano inoltre opportuno, al fine di garantire la sicurezza del territorio e degli abitanti che vi dimorano, richiedere la presenza di una quarta unità aerea antincendio Canadair, da destinare alle aree più a rischio sia del territorio regionale che delle vicine regioni del meridione d’Italia.

Cagliari, 15 marzo 2021

Condividi:
Aumenta dimensioni caratteri
Alto contrasto