Interrogazione n. 925/A

CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA

XVILegislatura

Interrogazione n. 925/A

(Pervenuta risposta scritta in data 07/04/2021)

MORICONI – GANAU – COMANDINI – CORRIAS – DERIU – MELONI – PINNA – PISCEDDA, con richiesta di risposta scritta, sulla gara a evidenza pubblica avente ad oggetto i servizi aggiuntivi atti al potenziamento del trasporto destinato agli studenti pendolari al fine di evitare i contagi dovuti all’emergenza determinata dal Covid-19.

***************

I sottoscritti,

premesso che:
– gli effetti su scala mondiale causati dall’emergenza epidemiologica e il perdurare della stessa stanno incidendo negativamente su tutti i settori produttivi per le note fragilità economiche, ancor di più nell’isola, creando ingenti danni la cui portata è ancora tutta da quantificare. Non è esente da questi il settore del trasporto pubblico locale che si è trovato a dover garantire il servizio rispondendo alle nuove e più stringenti normative per il contenimento della diffusione dei contagi da Covid-19. Tra le misure di contenimento della diffusione del virus adottate ci sono quelle utili a garantire in sicurezza il trasporto degli studenti pendolari;
– per poter rispondere alle nuove prescrizioni contenute nel decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 3 dicembre 2020 e nel decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 14 gennaio 2021, anche nell’isola le aziende di trasporto hanno attivato un processo organizzativo del trasporto pubblico locale, che ha visto il coinvolgimento degli operatori economici sardi, sia pubblici che privati. Tale azione, come è previsto dai citati nei decreti del Presidente del Consiglio dei ministri, ha portato ad una nuova organizzazione dei servizi, ripensata di concerto con le aziende pubbliche e con la supervisione delle prefetture e degli enti coinvolti, tale da garantire la sicurezza nei mezzi e preservare gli utenti dalle negatività pandemiche;
– nell’isola il trasporto pubblico locale urbano ed extraurbano, escluso il ferroviario, impegnato nei servizi aggiuntivi vede coinvolte circa 77 aziende gestite da privati, delle quali un terzo operanti nel solo settore noleggio, oltre una regionale e quattro urbane e, si evidenzia, sono circa il 90 per cento di quelle operanti nell’isola ad essere impegnate a fornire i servizi aggiuntivi;

visti:
– la deliberazione della Giunta regionale n. 47/86 del 25 settembre 2020, che prevede l’attivazione dei servizi aggiuntivi ad invarianza finanziaria, autorizzando le aziende di trasporto ad affidare a terzi una quota di servizi aggiuntivi di trasporto pubblico locale degli studenti;
– la determinazione del direttore del servizio per il trasporto pubblico locale terrestre della Direzione generale dei trasporti della Regione n. 87, prot. n. 4104 del 25 febbraio 2021, che individua attraverso la tabella delle remunerazioni i costi dei servizi minimi aggiuntivi che dovranno poi essere messi gara;
– il bando di gara a procedura aperta n. 21/2021 con il quale ARST avvia il percorso di affidamento in subconcessione dei servizi minimi aggiuntivi per il trasporto scolastico, sino al 30 giugno 2021, così come previsto dalla deliberazione della Giunta regionale n. 47/86 del 25 settembre 2020;

considerato che:
– le attuali norme e le successive linee guida prevedono diverse attività da mettere in essere, tra le quali: la limitazione della capienza nei mezzi di trasporto sino al massimo del 50 per cento del coefficiente di riempimento consentito, nuovi processi di sanificazione dei mezzi un tempo non previsti, l’articolazione oraria differenziata dei viaggi a seguito dello scaglionamento degli ingressi negli istituti scolastici, un controllo più attento del rispetto delle norme per evitare la diffusione del contagio da Covid-19;
– l’applicazione delle misure di contenimento del contagio da Covid-19, conseguenti alle nuove prescrizioni per il settore, rende difficilmente riducibili la maggior parte dei costi minimi e che eventuali affinamenti delle voci risultano comunque a carico delle aziende, contribuendo ad erodere il piccolissimo margine di utile e rendendo impraticabili ulteriori riduzioni;
– tale incremento dei costi, se non supportato con l’adeguamento dei costi minimi aziendali, come evidenziato ampiamente dalle associazioni del settore, comporta l’incongruità remunerativa;
– dalle tabelle elaborate dalle associazioni del settore emerge, infatti, che il costo medio per ciascuna corsa aggiuntiva con bus NCC immesso in servizio sia superiore rispetto a quanto stabilito dagli importi fissati con la determinazione n. 87 prot. n. 4104 del 25 febbraio 2021, che all’articolo 5 prevede un massimale giornaliero di 350 euro iva compresa;

ritenuto che:
– debbano essere trovate soluzioni che garantiscano i trasporti in sicurezza, congruamente remunerati, per un settore come quello del trasporto privato che ha subito gravissime perdite economiche, soprattutto in questo periodo a causa dell’emergenza pandemica e delle restrizioni che ne sono conseguite;
– alle micro e piccole imprese che si occupano di trasporti, già pesantemente provate dal blocco dei viaggi e dal crollo del turismo, debbano essere garantiti tariffe adeguate e in linea con la maggiorazione dei costi derivanti dalle nuove prescrizioni in materia di contenimento della pandemia,

chiedono di interrogare il Presidente della Regione e l’Assessore regionale dei trasporti per sapere se non intendano opportuno e urgente:
1) adottare tutte le iniziative necessarie al fine di adeguare gli importi minimi previsti dalla determinazione n. 87 prot. n. 4104 del 25 febbraio 2021, ai costi reali sostenuti dalle aziende in linea con i costi tabellari medi del settore;
2) attivare le procedure previste per la sospensione della gara ARST n. 21/2021, in quanto risulta imminente la scadenza per la presentazione delle offerte prevista per il 16 marzo 2021, e prevedere la possibilità di una proroga dei servizi in atto, per valutare quanto emerso a seguito delle segnalazioni delle aziende di trasporto, evitare eventuali disservizi e al contempo avviare un confronto utile a rivedere le attuali condizioni.

Cagliari, 12 marzo 2021

Condividi:
Aumenta dimensioni caratteri
Alto contrasto