Interrogazione n. 318/A

CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA

XVILegislatura

Interrogazione n. 318/A

CUCCU, con richiesta di risposta scritta, su allarme coronavirus.

***************

La sottoscritta,

premesso che:
– il coronavirus si sta diffondendo anche nella nostra nazione, dove i contagi sono raddoppiati in sole 24 ore;
– lo stesso Assessore regionale dell’igiene e sanità, Mario Nieddu, ha dichiarato alla stampa che sarà difficile tenere il virus fuori dai confini della Sardegna;

appresa la notizia che:
– parrebbero esserci casi di quarantena anche in Sardegna nelle città di Olbia e Iglesias;
– nei porti sardi parrebbero non essere effettuati i necessari controlli sui passeggeri, atti a prevenire la diffusione del coronavirus, per assenza di termo scanner, già installati presso tutti gli scali aeroportuali;

rilevato che il coronavirus sta creando preoccupazione anche tra la popolazione sarda;

ricevuta la segnalazione che:
– diversi medici e paramedici hanno denunciato la mancanza presso gli ospedali sardi dei materiali necessari a garantire la sicurezza degli operatori sanitari;
– diversi passeggeri sbarcati nei porti di Porto Torres e Cagliari e nell’aeroporto di Olbia non sono stati sottoposti ai necessari controlli,

chiede di interrogare il Presidente della Regione e l’Assessore regionale dell’igiene e sanità e dell’assistenza sociale per sapere:
1) se l’ATS Sardegna abbia provveduto, in via prudenziale, all’acquisto di tamponi, test, mascherine, camici, guanti, calzari, occhiali protettivi, visiere e gel disinfettante;
2) se la notizia della quarantena corrisponda a realtà;
3) se presso tutti i porti sardi e aeroporti vengano effettuati i necessari controlli sui passeggeri e, in caso contrario, quando gli stessi potranno essere effettuati;
4) come si intenda fronteggiare questa pandemia.

Cagliari, 26 febbraio 2020

Aumenta dimensioni caratteri
Alto contrasto