Interrogazione n. 315/A

CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA

XVILegislatura

Interrogazione n. 315/A

MANCA Desiré Alma, con richiesta di risposta scritta, sullo stato di attuazione della legge regionale n. 5 del 2019 (Disposizioni per il riconoscimento, la diagnosi e la cura della fibromialgia) che all’articolo 1 sostiene e promuove il riconoscimento della fibromialgia, o sindrome fibromialgica, quale patologia progressiva e invalidante.

***************

La sottoscritta,

premesso che la legge regionale 18 gennaio 2019, n.5 recante (Disposizioni per il riconoscimento, la diagnosi e la cura della fibromialgia):
– all’articolo 1 sostiene e promuove il riconoscimento della fibromialgia, o sindrome fibromialgica, quale patologia progressiva e invalidante;
– favorisce l’accesso ai servizi e alle prestazioni erogate dal Servizio sanitario regionale;
– adotta provvedimenti finalizzati all’esenzione, per i residenti della Regione, dalla partecipazione al costo per prestazioni fornite dal servizio sanitario regionale;

tenuto conto che entro novanta giorni dall’entrata in vigore della legge la Giunta regionale era tenuta, con propria deliberazione, adottata su proposta dell’Assessore regionale competente in materia di sanità:
– ad individuare le modalità attuative dei programmi elaborati dal tavolo tecnico-scientifico previsto all’articolo 3 concernenti la formazione e l’aggiornamento del personale medico preposto alla diagnosi e alla cura della fibromialgia;
– ad approvare le linee guida e i protocolli diagnostico-terapeutici elaborati dal tavolo tecnico-scientifico previsto all’articolo 3;
– ad individuare, tra i presidi sanitari già esistenti di reumatologia o immunologia, almeno due centri di riferimento regionali pubblici per la diagnosi e la cura della fibromialgia o sindrome fibromialgica;
– ad istituire presso l’Assessorato regionale dell’igiene e sanità e dell’assistenza sociale il Registro regionale della fibromialgia per la raccolta e l’analisi dei dati clinici e sociali riferiti alla fibromialgia, al fine di rendere omogeneo e definito il percorso epidemiologico per determinare una precisa stima dell’incidenza e della prevalenza della malattia, a inquadrare clinicamente le persone affette da tale patologia, a rilevare le problematiche e le eventuali complicanze,

chiede di interrogare l’Assessore regionale dell’igiene e sanità e dell’assistenza sociale per sapere:
1) quale sia lo stato di attuazione della legge regionale n. 5 del 2018;
2) quali iniziative si intendano intraprendere per arrivare alla piena attuazione della legge in oggetto.

Cagliari, 25 febbraio 2020

Aumenta dimensioni caratteri
Alto contrasto