Interrogazione n. 1256/A

CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA

XVILegislatura

Interrogazione n. 1256/A

(Pervenuta risposta scritta in data 07/12/2021)

MELONI – GANAU – COMANDINI – CORRIAS – DERIU – MORICONI – PINNA – PISCEDDA, con richiesta di risposta scritta, sulla necessità di porre in essere, da parte del Presidente della Regione e dell’Assessore regionale dei trasporti, ogni utile azione e iniziativa volta a risolvere immediatamente e in via definitiva la situazione di crisi determinata dal caos dei trasporti marittimi tra la Sardegna e la Corsica.

***************

I sottoscritti,

premesso che:
– con la legge regionale 6 febbraio 2018, n. 4, al fine di garantire il diritto dei Sardi alla mobilità e la continuità territoriale tra la Sardegna e la Corsica, la Regione ha autorizzato il servizio pubblico di collegamento marittimo nella tratta S. Teresa-Bonifacio e stanziato la relativa spesa di complessivi euro 2.557.500, in ragione di euro 852.500 per ciascuno degli anni 2018, 2019 e 2020;
– con la legge regionale 12 giugno 2018, n. 17, in seguito alla rideterminazione in euro 341.000 della spesa effettiva necessaria per l’anno 2018, al fine della prosecuzione dei servizi di continuità territoriale, è stata autorizzata la spesa di euro 511.500 per l’anno 2021;
– a seguito della procedura ad evidenza pubblica avviata dall’Assessorato competente per l’affidamento in concessione del servizio pubblico di trasporto marittimo in continuità territoriale tra la Sardegna e la Corsica: linea Santa Teresa di Gallura-Bonifacio e viceversa, è risultata aggiudicataria la società Moby Spa;
– il servizio è stato dunque autorizzato dal 1° gennaio 2019, formalizzato con il contratto Rep. n. 16/2019, alla società Moby Spa, per il trasporto marittimo misto di persone, veicoli, merci e merci pericolose e relativamente alla tratta Santa Teresa di Gallura-Bonifacio (Corsica) e la scadenza prevista per il 31 marzo 2022;
– già dal mese di febbraio 2019, prima per le condizioni meteo marine avverse e poi a seguito dell’incidente occorso alla motonave Giraglia che effettuava il servizio di collegamento tra Santa Teresa Gallura e Bonifacio, i collegamenti tra la Sardegna e la Corsica sono stati di fatto interrotti per diversi giorni e centinaia di passeggeri, autotrasportatori e turisti, si sono ritrovati loro malgrado, bloccati sulle sponde opposte delle Bocche di Bonifacio;
– il traghetto Bastia, sostitutivo della motonave Giraglia, anch’esso pare inadeguato come quest’ultimo, ha subito inanellato una serie di guasti che, in uno con le condizioni meteo marine avverse, hanno fatto sì che i collegamenti tra le due isole avvenissero a singhiozzo senza fornire alcuna certezza agli utenti sugli orari e/o sulle effettive partenze;

considerato che:
– la situazione non pare affatto migliorata e le notizie odierne riferiscono dell’ennesima avaria al traghetto Bastia che non ha consentito di raggiungere la destinazione ed ha riportato i numerosi passeggeri al porto di partenza;
– è evidente il disagio per tutti gli utenti, compresi gli operatori commerciali, autotrasportatori e imprese che con le proprie maestranze operano su entrambe le isole, che oltre alle ingenti perdite economiche a causa dell’applicazione di penali e delle mancate di occasioni di business, perdono soprattutto di credibilità e molti clienti corsi, come lamentano da tempo le organizzazioni di categoria, pensano di risolvere i contratti ed approvvigionare altrove le loro merci;

atteso che occorre pertanto un urgente intervento concreto da parte della Giunta regionale al fine di assicurare continuità e regolarità nei collegamenti tra Santa Teresa Gallura e Bonifacio con navi adeguate anche alle note condizioni meteo marine delle Bocche di Bonifacio e consentire alle imprese e ai lavoratori che operano tra le due Isole la programmazione delle loro attività,

chiedono di interrogare il Presidente della Regione e l’Assessore regionale dei trasporti per conoscere:
1) se e quali siano state le azioni poste in essere per risolvere nell’immediato la situazione di crisi determinata dal caos dei trasporti marittimi tra la Sardegna e la Corsica;
2) se e quali siano le azioni che intendano intraprendere per risolvere in via definitiva il problema del trasporto marittimo tra la Sardegna e la Corsica, assicurando, con mezzi adeguati, continuità e regolarità nei collegamenti.

Cagliari, 15 novembre 2021

Condividi:
Aumenta dimensioni caratteri
Alto contrasto