Interrogazione n. 1208/A

CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA

Interrogazione n. 1208/A

(Pervenuta risposta scritta in data 08/10/2021)

COMANDINI – CORRIAS – GANAU – DERIU – MELONI – MORICONI – PINNA – PISCEDDA, con richiesta di risposta scritta, sulla mancata erogazione ai beneficiari dei fondi di cui alla legge regionale 23 luglio 2020, n. 22, ai sensi dell’articolo 14. Avviso pubblico a sportello per la concessione di sovvenzioni a favore delle imprese e dei lavoratori autonomi. Emergenza Covid-19. Bando (R)ESISTO.

***************

I sottoscritti,

in riferimento alle interrogazioni ancora in attesa di risposta:
– n. 989/A del 16 aprile 2021, sul bando (R)ESISTO di cui all’articolo 14 della legge regionale n. 22 del 2020, destinato alle imprese e ai lavoratori autonomi della Sardegna;
– n. 1101/A del 30 giugno 2021, sulla deliberazione della Giunta regionale n. 22/21 del 17 giugno 2021 “Fondo (R)ESISTO – Legge regionale 23 luglio 2020, n. 22, articolo 14. Avviso pubblico a sportello per la concessione di sovvenzioni a favore delle imprese e dei lavoratori autonomi. Emergenza Covid-19. Programma operativo regionale. Linea grandi imprese della filiera turistica. Riapertura termini dell’avviso”;

premesso che la legge regionale 23 luglio 2020, n. 22, recante “Legge quadro sulle azioni di sostegno al sistema economico della Sardegna e a salvaguardia del lavoro a seguito dell’emergenza epidemiologica da Covid-19” ha disposto l’attuazione di una serie di interventi destinati, con modalità e misure differenti, ad arginare gli effetti dell’emergenza sanitaria sul sistema produttivo e sociale sardo; nello specifico, l’articolo 14 tratta di “Sovvenzioni dirette a favore delle imprese e dei lavoratori autonomi. Istituzione Fondo (R)ESISTO”;

considerato che ad oggi, ai beneficiari del fondo (R)ESISTO, così come individuati con le determinazioni di ammissibilità prima e di concessione e quantificazione della sovvenzione poi, pubblicate nel sito istituzionale della Regione, non risulta siano stati liquiditati gli aiuti spettanti;

precisato quanto segue:
– con la determinazione prot. 3914/309 del 25 gennaio 2021 è stato approvato l’avviso pubblico a sportello per la concessione di sovvenzioni a favore delle imprese e dei lavoratori autonomi, ai senti dell’articolo 14 della legge regionale n. 22 del 2020. POR FSE 2014-2020 Investimenti a favore della crescita e dell’occupazione – ASSE I – Occupazione – Priorità d’investimento 8. v) Adattamento dei lavoratori, delle imprese e degli imprenditori al cambiamento – Obiettivo specifico 8.6 Favorire la permanenza al lavoro e la ricollocazione dei lavoratori coinvolti in situazioni di crisi -Azione 8.6.6.c Azioni per sostenere e/o salvaguardare l’occupazione – Emergenza Covid-19 – Annualità 2021″,
– con la determinazione prot. n. 7470/542 del 5 febbraio 2021, con il fine di garantire la piena operatività dell’infrastruttura tecnologica del Sistema informativo del lavoro e della formazione professionale (SIL), i termini di presentazione della Domanda di aiuto telematica (DAT), sono stati ripartiti secondo le sotto elencate categorie di partecipanti:
– grandi imprese della filiera turistica: dalle ore 10,00 dell’8 febbraio 2021 e fino alle ore 23,59 del 22 febbraio 2021;
– lavoratori e lavoratrici titolari di partita IVA residenti in Sardegna senza dipendenti: dalle ore 10,00 dell’11 febbraio 2021 e fino alle ore 23,59 del 25 febbraio 2021;
– micro, piccole e medio imprese (MPMI): dalle ore 10,00 del 17 febbraio 2021 e fino alle ore 23,59 del 3 marzo 2021;

considerato che l’articolo 5 (Risorse finanziarie) dell’avviso de quo indica quale dotazione complessiva euro 63.539.000, ripartita secondo le modalità di seguito descritte, fatta salva la possibilità di rimodulazioni in caso di economie sulla singola Linea:
– una quota pari a euro 37.014.000 è destinata alle MPMI in possesso dei requisiti di cui al presente avviso (sezione B “linea micro e piccole medie imprese”), a valere su fondi regionali;
– una quota pari a euro 22.525.000, è destinata ai titolari di partita IVA senza dipendenti in possesso dei requisiti di cui al presente avviso, di cui almeno euro 3.000.000 è destinata alle lavoratrici titolari di partita IVA senza dipendenti (Sezione C “Linea lavoratori e lavoratrici titolari di partita IVA residenti in Sardegna senza dipendenti”), a valere sul POR FSE Sardegna 2014-2020;
– una quota pari a euro 4.000.000 è destinata alle grandi imprese in possesso dei requisiti di cui al presente avviso (sezione D Linea “Grandi imprese della filiera turistica”), a valere sul POR FSE Sardegna 2014-2020;

preso atto che:
– dalla Relazione istruttoria prot. n. 52735 del 19 maggio 2021, si rileva che per le grandi imprese della filiera turistica, a fronte di risorse dedicate pari a euro 4.000.000 sono state prenotate euro 3.687.177,76 determinando uno stanziamento residuo paria ad euro 312.822,24 che, se sommato alle risorse non concesse a seguito della fase di ammissibilità pari euro 478.376,98, determinano una nuova dotazione, di euro 791.190;
– la deliberazione della Giunta regionale n. 22/21 del 17 giugno 2021, dispone di destinare l’importo di euro 791.190 per la Linea “Grandi imprese della filiera turistica”;

rilevato il grave fatto che la Giunta regionale non abbia trasmesso al Consiglio regionale la succitata deliberazione n. 22/21 del 17 giugno 2021 per esprimere il parere di propria competenza;

vista la riapertura dei termini, dalle ore 10,00 del 5 luglio 2021, alle ore 23,59 del 12 luglio 2021, per la presentazione della Domanda di aiuto telematica (DAT), per la Linea “Grandi imprese della filiera turistica” per la concessione delle sovvenzioni previste dal Fondo (R)ESISTO, nuova dotazione di euro 791.190;

viste:
– la legge regionale 22 aprile 2021, n. 8 (Ulteriori interventi finanziari a favore delle attività economiche e dei lavoratori a seguito dell’emergenza epidemiologica da Covid-19) ed in particolare l’articolo 1, comma 5, il quale recita che “per la prosecuzione degli interventi di cui all’articolo 14 della legge regionale n. 22 del 2020, relativi al Fondo “(R)ESISTO”, è autorizzata, per l’anno 2021, la spesa complessiva di euro 32.988.000;
– la deliberazione della Giunta regionale 25/48 del 30 giugno 2021. Legge regionale 22 aprile 2021, n. 8 (Ripartizione ulteriore dotazione finanziaria), che, valutate le domande pervenute suddivise per linea di azione, per finanziamento inizialmente richiesto e assegnato, delibera di ripartire l’importo di euro 32.988.000 come di seguito riportato:
– l’importo di euro 29.988.000, relativi al Fondo (R)ESISTO, per sostenere e/o salvaguardare l’occupazione, per la Linea micro, piccole e medie imprese, prevedendo così di destinare una dotazione finanziaria necessaria per istruire un numero di circa ulteriori mille istanze;
– l’importo di euro 3.000.000, relativi al Fondo (R)ESISTO, per sostenere e/o salvaguardare l’occupazione, per la Linea lavoratori e lavoratrici titolari di partita IVA residenti in Sardegna senza dipendenti, prevedendo così di destinare una dotazione finanziaria necessaria per istruire un numero di circa ulteriori settecento istanze;

precisato che la Regione ha concesso, ai beneficiari delle sovvenzioni del bando (R)ESISTO, di richiedere l’erogazione, a titolo di anticipazione, degli aiuti spettanti;

verificato che l’erogazione dell’anticipazione è vincolata alla stipula della polizza fidejussoria, da stipulare come da schema tipo per il rilascio di garanzia fidejussoria, pubblicato sul sito istituzionale della Regione, in data 23 luglio 2021;

ribadito che a tutt’oggi, come molte associazioni di categoria hanno lamentato, non risulta che siano stati ancora liquidati gli importi spettanti ai beneficiari che, ad istruttoria conclusa, sono stati individuate le determinazioni di ammissibilità prima e di concessione e quantificazione della sovvenzione poi, così come pubblicate nel sito istituzionale della Regione;

ritenuto che l’erogazione degli aiuti spettanti a migliaia di imprese e lavoratori autonomi che hanno pesantemente subito le conseguenze della pandemia, a quasi sette mesi dalla scadenza delle domande di aiuto, non possa essere più ulteriormente ritardata,

chiedono di interrogare l’Assessore regionale del lavoro, formazione professionale, cooperazione e sicurezza sociale per conoscere:
1) il numero delle imprese e dei lavoratori che hanno presentato domanda, suddivisi per linee di intervento;
2) quanti di questi risultano beneficiari, quante istanze sono, finora, state rigettate e quante sono le domande ancora da istruire;
3) a quanti, tra i beneficiari individuati nelle determinazioni di concessione, sono stati, ad oggi, liquidati gli aiuti spettanti;
4) per quale motivo si è deciso di subordinare la richiesta anticipazione sull’importo concesso a sovvenzione, alla stipula, da parte dei beneficiari, della polizza fidejussoria;
5) per quale motivo non si è proceduto alla liquidazione, a favore dei beneficiari, di quanto concesso e quantificato nelle determinazioni pubblicate sul sito istituzionale della Regione;
6) se abbia ipotizzato correttivi nella procedura tali da consentire un’accelerazione delle istruttorie e del successivo procedimento di liquidazione;
7) se, alla data odierna, la disponibilità di cassa consentirà l’erogazione degli aiuti spettanti a tutti i soggetti beneficiari.

Cagliari, 17 settembre 2021

Condividi:
Aumenta dimensioni caratteri
Alto contrasto