Interrogazione n. 1205/A

CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA

XVILegislatura

Interrogazione n. 1205/A

COCCO – LAI, con richiesta di risposta scritta, sulla grave carenza di medici di radiodiagnostica e tecnici sanitari di radiologia medica presso la Struttura di radiologia dell’Ospedale San Francesco di Nuoro.

***************

I sottoscritti,

premesso che:
– l’Ospedale San Francesco di Nuoro rappresenta un importante presidio sanitario del centro Sardegna che eroga importanti servizi di medicina specialistica ad una parte consistente della popolazione dei territori interni della Sardegna;
– in tale ambito la Struttura di Radiologia svolge essenziali attività ambulatoriali di diagnostica radiografica con esami di radiologia tradizionale, esami senologici, ecografie, risonanza magnetica (RM), tomografia assiale computerizzata (TAC), angiografia, radiologia vascolare ed interventistica;
– a seguito della drastica riduzione delle assunzioni e del blocco parziale del turnover del personale dipendente si è venuta a creare una grave carenza del personale medico radiologo e tecnico di radiologia in organico a fronte di una sempre maggiore richiesta di visite ed esami con il conseguente aumento delle liste di attesa;
– nonostante la carenza di personale l’Unità di radiologia dell’Ospedale di Nuoro rappresenta un riferimento nel territorio che sicuramente potrebbe operare al meglio se potenziata in termini di personale sanitario;
– con determinazione dirigenziale n. 2744 del 12 maggio 2021, l’ATS Sardegna ha approvato la graduatoria di merito per l’assunzione, con contratto di lavoro a tempo indeterminato, di dirigente medico di radiodiagnostica, nelle diverse strutture ospedaliere della Sardegna;
– con successive determinazioni dirigenziali è stato assegnato il personale dirigente medico di Radiodiagnostica nelle varie strutture delle ASSL della Sardegna escludendo l’Ospedale San Francesco di Nuoro;
– con determinazione dirigenziale n. 4827 del 1° ottobre 2020, l’ATS Sardegna ha approvato la graduatoria di merito per l’assunzione, con contratto di lavoro a tempo determinato, di collaboratori professionali sanitari e tecnici sanitari di radiologia medica, nelle diverse strutture ospedaliere della Sardegna;
– con successive determinazioni dirigenziali è stato assegnato il personale tecnico sanitario di radiologia medica nelle varie strutture delle ASSL della Sardegna escludendo l’Ospedale San Francesco di Nuoro;

considerato che:
– appare inspiegabile la decisione da parte dell’ATS Sardegna di non destinare nuovo personale medico di radiodiagnostica e nuovi tecnici sanitari di radiologia presso l’Ospedale di Nuoro, nonostante lo stesso abbia una grave carenza di personale sanitario presso la struttura di radiologia e nonostante l’impegno assunto dal commissario straordinario dell’ASSL di Nuoro per l’arrivo di nuovi medici radiologi;
– la carenza di personale presso l’Unità di radiologia dell’Ospedale di Nuoro non permette di garantire oltre che un’adeguata continuità assistenziale ai pazienti in cura, le necessarie condizioni di sicurezza sanitaria per le emergenze-urgenze radiologiche garantendo l’esame diagnostico strumentale H24 solo per la TAC;
– alcuni importantissimi servizi radiologici come la risonanza magnetica, l’ecografia e la senologia diagnostica, essenziali per la prevenzione e la cura di gravi patologie, possono essere effettuati solo H6 in orario diurno dei giorni feriali senza riuscire più a garantire il servizio notturno e nei giorni festivi;
– il perdurare di tali condizioni di carenza di personale renderà inevitabile la riduzione dell’attività radiologica con inesorabili disservizi non solo per i pazienti del distretto nuorese, ma anche per tutti i pazienti dei territori interni della Sardegna, come ad esempio il Goceano, che hanno come unico riferimento territoriale di assistenza sanitaria specialistica (specialmente nei casi di emergenza/urgenza e H24) l’Ospedale San Francesco di Nuoro;
– il personale in servizio presso la Struttura di radiologia ha più volte segnalato lo stato di particolare criticità della pianta organica, con carichi di lavoro nettamente superiori ad altre strutture regionali, sollecitando una soluzione organizzativa che possa sopperire a tale situazione ormai al collasso che potrebbe portare alle dimissioni dello stesso Direttore di radiologia;

valutata:
– la grave situazione di disagio dei pazienti derivante dall’ormai cronica carenza di personale della struttura di radiologia, con l’impossibilità di mantenere gli impegni assunti all’atto delle prenotazioni dirette o mediante CUP;
– la necessità di dover garantire un tempestivo intervento in sicurezza per le situazioni di urgenza radiologica specialmente in questo periodo di emergenza sanitaria;
– la necessità di dover garantire al personale medico e tecnico la fruizione dei necessari turni di riposo, in ottemperanza al CCNL, con il rispetto dell’organizzazione oraria e dei turni di servizio;
– la necessità di dover garantire un efficiente e omogeneo servizio sanitario in tutto il territorio regionale, specialmente nei territori che presentano gravi carenze infrastrutturali e viarie che determinano maggiori difficolta negli spostamenti,

chiedono di interrogare il Presidente della Regione e l’Assessore regionale dell’igiene e sanità e dell’assistenza sociale per sapere se:
1) siano a conoscenza della grave situazione che si è venuta a creare presso la Struttura di radiologia dell’Ospedale San Francesco di Nuoro a causa della grave carenza di medici e tecnici sanitari di radiologia medica e se sia opportuno escludere l’ospedale nuorese dall’assegnazione dei nuovi dirigenti medici di radiodiagnostica;
2) se intendano porre immediatamente in essere una iniziativa che consenta l’assunzione di medici e tecnici da destinare alla Struttura di radiologia attraverso l’attivazione di procedure di mobilità, l’utilizzo di graduatorie ancora vigenti oppure attraverso procedure selettive straordinarie;
3) sia opportuna una seria rivalutazione dell’intero organico dell’Ospedale San Francesco di Nuoro basato sull’effettivo fabbisogno assistenziale del territorio.

Cagliari, 16 settembre 2021

Condividi:
Aumenta dimensioni caratteri
Alto contrasto