Interrogazione n. 1168/A

CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA

XVILegislatura

Interrogazione n. 1168/A

LI GIOÌ, con richiesta di risposta scritta, sull’insufficienza dell’organico e degli automezzi messi a disposizione dall’Agenzia Forestas per la lotta attiva agli incendi nel territorio gallurese e in particolare nella zona compresa tra Badesi e Santa Teresa di Gallura.

***************

Il sottoscritto,

premesso che:
– il 7 agosto 2021 è divampato un incendio nel territorio comunale di Trinità d’Agultu e precisamente nella località Monte S. Barbara;
– l’incendio ha bruciato una ventina di ettari di terreno boschivo, giungendo quasi a lambire il centro abitato, con grave rischio per l’incolumità dei Trinitaesi;
– le operazioni di spegnimento, coordinate dal Direttore delle operazioni di spegnimento appartenente alla pattuglia del Corpo forestale di Trinità d’Agultu, sono state complicate dal forte vento e dalle elevate temperature, prolungandosi per svariate ore;
– prima che potessero intervenire i mezzi aerei del Corpo forestale e di vigilanza ambientale (CFVA) e il canadair della flotta nazionale, sono state determinanti le operazioni di lotta al fuoco condotte a terra, che hanno scongiurato il pericolo che l’incendio assumesse proporzioni vastissime, trasformandosi in una tragedia analoga a quella che alla fine del mese di luglio ha colpito il Montiferru;
– in attesa che arrivassero sul posto le pattuglie del CFVA, i Vigili del fuoco e i volontari, è stato cruciale nella fase iniziale del rogo il tempestivo intervento della squadra dell’Agenzia Forestas, composta, purtuttavia, da due sole unità in possesso di idoneità fisica per lo svolgimento delle attività antincendi e dotata di un solo mezzo terrestre per le attività di spegnimento, un pick up con un serbatoio con capacità circoscritta, pari a circa 400 litri, e un idrante dalla gittata di venti metri;
– a peggiorare la situazione, per poter rifornire di acqua il pick-up in questione è stato necessario raggiungere, percorrendo decine di chilometri, l’impianto installato nella periferia del comune, per poi tornare indietro ad affrontare il fronte del fuoco;
– nonostante le difficoltà e i notevoli rischi che la situazione comportava, i due operatori dell’Agenzia Forestas hanno lavorato alacremente e con abnegazione, riuscendo a contenere l’incendio;

rilevato che:
– nel Piano regionale di previsione, prevenzione e lotta attiva contro gli incendi boschivi 2020-2022 si precisa che la consistenza e la dislocazione del parco automezzi (costituito da autobotti di varia capacità e da mezzi fuoristrada con modulo antincendi) in dotazione alle singole componenti il Sistema regionale di lotta agli incendi, così come la dislocazione territoriale, le reperibilità, la composizione delle squadre e i turni di servizio dei nuclei di lotta, devono essere specificati nei Piani operativi ripartimentali adottati ogni anno dal CFVA;
– tuttavia, la pianificazione ripartimentale 2021 risulta adottata soltanto il 29 luglio 2021, con la determinazione n. 3156 del CFVA, sicché fino a quel momento è venuto a mancare un tassello fondamentale della programmazione e dell’organizzazione del Sistema regionale antincendi;
– in particolare, il Piano antincendi 2021 dell’Ispettorato ripartimentale di Tempio Pausania indica, con riferimento alla UOC di Trinità d’Agultu, la disponibilità esclusivamente di un solo mezzo con capacità 500 litri e di tre operatori (uno dei quali tuttavia, stando alle informazioni ricevute, presenta delle limitazioni per motivi di salute) ed evidenzia, in generale, che lo schieramento posto in essere dall’Agenzia Forestas risulta inferiore a quello posto in essere nel 2020, già peraltro carente rispetto a quanto previsto nel PRAI, essendo state attivate soltanto 23 squadre di lotta che, tra l’altro, ricoprono ordinariamente orari diurni, lasciando scoperti i turni serali e notturni;

considerato che:
– quindi, di fatto il personale dell’Agenzia Forestas incaricato delle attività di lotta attiva al fuoco nel vastissimo territorio che da Badesi arriva sino a Santa Teresa di Gallura consta di due sole risorse operative, mentre fino qualche anno fa la stessa area era coperta da una decina di unità;
– l’assoluta inadeguatezza dell’organico e degli automezzi messi a disposizione dall’Agenzia Forestas si riscontra, purtroppo, anche in altri ambiti territoriali regionali,

chiede di interrogare il Presidente della Regione e l’Assessore regionale della difesa dell’ambiente per sapere:
1) se siano a conoscenza delle problematiche sopra esposte;
2) quale sia, alla data odierna, la reale consistenza dell’organico dell’Agenzia Forestas idoneo allo spegnimento degli incendi e del relativo parco automezzi con riferimento al territorio che va da Badesi a Santa Teresa di Gallura;
3) quali atti e misure intendano adottare al fine di garantire uno schieramento di personale e di mezzi terrestri per la lotta agli incendi adeguato alle effettive esigenze del territorio gallurese con particolare riferimento all’ambito che va da Badesi a Santa Teresa di Gallura e, più in generale, di tutti gli ambiti del territorio regionale.

Cagliari, 23 agosto 2021

Condividi:
Aumenta dimensioni caratteri
Alto contrasto