Interrogazione n. 1019/A

CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA

XVILegislatura

Interrogazione n. 1019/A

FANCELLO, con richiesta di risposta scritta, sull’opportunità di conferire l’onorificenza “Sardus Pater” a Luigi Riva, noto Gigi.

***************

La sottoscritta,

premesso che:
– dal 2007 è stata istituita un’onorificenza chiamata “Sardus Pater”, che viene assegnata dalla Regione ai cittadini italiani e stranieri che si siano distinti per particolari meriti di valore culturale, sociale o morale e abbiano dato lustro alla Sardegna;
– in passato il riconoscimento è stato attribuito a personaggi illustri della medicina come Antonio Cao o dell’archeologia come Giovanni Lilliu, nonché alla Brigata Sassari e in ultimo nel 2012 a Rossella Urru, volontaria internazionale;

considerato che:
– Luigi Riva, noto Gigi, è nato a Leggiuno, in provincia di Varese il 7 novembre 1944 e ha militato nella squadra di calcio del Cagliari dal 1963 al 1976 e nella Nazionale Italiana dal 1965 al 1974;
– la squadra di calcio del Cagliari non rappresenta solo una città, ma si identifica in essa l’intero popolo sardo, una comunità molto più vasta, che va oltre i confini territoriali della regione, sparso in ogni parte del mondo;
– lo scudetto vinto dal Cagliari nel campionato di calcio del 1969/70 ha fatto entrare, di diritto, il Cagliari nell’élite del calcio italiano e Gigi Riva, rappresenta l’uomo simbolo del miracolo sportivo rossoblù, oltre a diventare una icona del calcio nazionale con le sue partecipazioni alla selezione di calcio italiana;
– Gigi Riva, rappresenta tutt’oggi una figura simbolica fortissima per l’intera Sardegna, un uomo dotato di una forza morale straordinaria, celebre la sua frase: “Ho capito di amare la Sardegna andando nelle case dei pastori e negli ovili. Una volta mi portarono in un paesino, a Seui, in provincia di Nuoro mi pare, e sulla credenza di un’anziana, notai anche una mia foto, tra i santini dei suoi genitori. L’amico che mi accompagnava chiese perché c’era la mia foto e la donna, senza riconoscermi, rispose: “Quello è buono”;
– Gigi Riva è l’emblema di un momento simbolico di crescita e di rivalsa dell’intera Isola, gli anni 70, quando si usciva dalla povertà e iniziava anche nell’isola una fase di occupazione e sviluppo;
– Gigi Riva ha dimostrato un eccezionale attaccamento alla Sardegna e ai sardi, stabilendo la propria residenza nell’isola, e da giocatore rifiutando contratti più vantaggiosi per indossare sempre la stessa maglia, quella della terra a cui si era legato per sempre, celebri le sue frasi: “La Sardegna mi ha dato affetto e continua a darmene. La gente mi è vicino come se ancora andassi in campo a fare gol. E questa per me è una cosa che non ha prezzo” e “…io volevo lo scudetto per la mia terra. Ce l’abbiamo fatta, noi banditi e pastori’;
– Gigi Riva è sempre stato un modello anche nelle scelte educative di tanti genitori nei confronti dei propri figli, oltre ad aver contribuito coi suoi insegnamenti e nella scuola calcio da lui fondata, a far crescere giovani calciatori come uomini e come sportivi;

ritenuto che Luigi Riva, noto Gigi, rappresenta tutt’oggi una figura emblematica fortissima per l’intera Sardegna, un uomo dotato di una forza morale straordinaria che ha trasmesso valori positivi, nella vita personale come in quella sportiva di intere generazioni di ragazzi sardi, dando lustro alla Sardegna intera,

chiede di interrogare il Presidente della Regione sull’opportunità di conferire l’onorificenza “Sardus Pater” a Luigi Riva, noto Gigi, per le sue straordinarie doti morali, per i valori positivi trasmessi ad intere generazioni di ragazzi sardi, dando lustro anche con le sue gesta sportive alla Sardegna intera.

Cagliari, 30 aprile 2021

Condividi:
Aumenta dimensioni caratteri
Alto contrasto