ORDINE DEL GIORNO N. 39/XVI

CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA
XVI LEGISLATURA

ORDINE DEL GIORNO n. 39

approvato l’11 agosto 2020

ORDINE DEL GIORNO MULA – COCCIU – COSSA – MURA – GIAGONI – CAREDDA – SECHI – MELONI – PISCEDDA – GANAU – DERIU – COCCO sulla necessità di valutare l’opportunità di adottare atti idonei a rendere possibile l’apertura di discoteche e locali da ballo.

***************

IL CONSIGLIO REGIONALE

nel corso della discussione sul testo unificato n. 112-121/A (Riforma del sistema sanitario regionale e riorganizzazione sistematica delle norme in materia. Abrogazione della legge regionale n. 10 del 2006, della legge regionale n. 23 del 2014 e della legge regionale n. 17 del 2016 e di ulteriori norme di settore),

PREMESSO che con il DPCM 7 agosto 2020 sono state prorogate fino al 7 settembre 2020 le misure precauzionali minime per contrastare e contenere il diffondersi del Coronavirus, tra cui la sospensione delle attività che abbiano luogo in sale da ballo e discoteche e locali simili, all’aperto o al chiuso;

CONSIDERATO che le regioni e le province autonome, in relazione all’andamento della situazione epidemiologica nei propri territori, possono stabilire una diversa data di ripresa delle attività, nonché un diverso numero massimo di spettatori in considerazione delle dimensioni e delle caratteristiche dei luoghi;

CONSTATATO il costante auspicato incremento delle presenze turistiche nella nostra Regione;

PRESO ATTO che, al momento, alla luce di informazioni fin qui parziali e in taluni casi contraddittorie che inducono il permanere di un atteggiamento di prudenza, ogni scelta esige attenta e scrupolosa ponderazione;

RILEVATO che le azioni di contenimento sulla circolazione del virus, hanno mantenuto la diffusione su livelli controllabili;

VISTA l’ordinanza n. 34 del 15 luglio 2020 con la quale sono state consentite le attività delle discoteche o altri locali assimilabili all’intrattenimento (in particolare serale e notturno), esclusivamente all’aperto, purché sia assicurato, con ogni idoneo mezzo, compreso quello dell’informazione e vigilanza, il divieto di assembramento e dell’obbligo di distanziamento interpersonale, rispettando, a seconda della capienza massima del locale, il limite di almeno un metro tra gli utenti e due metri tra utenti che accedono alla pista da ballo;

VALUTATA la necessità di non penalizzare ulteriormente i settori produttivi connessi al settore turistico,

impegna la Giunta regionale

sentito il comitato tecnico scientifico, a valutare l’opportunità di adottare atti idonei a rendere possibile l’apertura di tali esercizi, nel rispetto, qualora fosse possibile, di norme che garantiscano la sicurezza e il distanziamento.

Cagliari, 11 agosto 2020


Il presente ordine del giorno è stato approvato dal Consiglio regionale nella seduta dell’11 agosto 2020.

Condividi:
Aumenta dimensioni caratteri
Alto contrasto