Nota stampa della seduta n. 85

CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA

XVI Legislatura

Ufficio Stampa

Nota stampa della seduta n. 85 – Antimeridiana
Mercoledì 23 dicembre 2020

Consiglio regionale in lutto per la scomparsa dell’assessore Roberto Frongia

In apertura dei lavori del Consiglio regionale il presidente Michele Pais ha annunciato che la Conferenza dei capigruppo ha deciso, all’unanimità, a seguito della notizia della scomparsa dell’assessore regionale dei Lavori Pubblici, Roberto Frongia, la sospensione dei lavori del Consiglio regionale in segno di cordoglio e di partecipazione al lutto. La Conferenza dei capigruppo ha anche stabilito che i lavori della Quarta commissione si terranno questo pomeriggio alle 16:30 e ha fissato le  15:30 come termine ultimo per la presentazione degli emendamenti al DL 108.

Il presidente ha voluto ricordare l’assessore Frongia in aula. “Colleghe e colleghi, è con profondo dolore che il Consiglio apprende la triste notizia della scomparsa dell’assessore dei Lavori pubblici, Roberto Frongia. L’assessore Frongia si è spento questa notte dopo una malattia che lo ha visto combattere fino all’ultimo con tutte le sue forze. Aveva 60 anni, vissuti intensamente nella politica e nella professione di avvocato. E’ scomparso – ha continuato il presidente Pais – un politico, uno stimato professionista, ma soprattutto un uomo competente, capace, intelligente e allo stesso tempo riservato e gentile.

Originario di Iglesias, esponente del partito dei Riformatori sardi, nell’ambito del quale ha ricoperto anche la carica di presidente. Ha svolto importanti ruoli sia all’interno del suo partito che a ogni livello della politica, portando avanti con tenacia le battaglie storiche per le riforme. Nel periodo più recente ha guidato il Comitato per il riconoscimento dell’insularità in Costituzione. Fiero di essere sulcitano, ha sempre profuso tantissimo impegno per il territorio di provenienza e per la Sardegna intera sia da consigliere comunale della sua città sia da esponente della Giunta regionale. Roberto Frongia iniziò la sua esperienza politica amministrativa nel 1993 nel Comune di Iglesias da assessore e vice sindaco. Nella dodicesima legislatura, nel periodo dal 1999 al 2004 ha ricoperto la carica di assessore regionale al Turismo, Artigianato e Commercio. 

Ha sempre portato avanti tali incarichi con una grande determinazione ma anche con la consapevolezza che la politica fosse al servizio della gente e della sua Sardegna che lui amava sopra ogni cosa. Dopo quell’esperienza continuò il suo impegno instancabilmente, coniugando la professione forense con quella politica, fino ad essere nominato dal presidente Solinas, nella presente legislatura, assessore regionale dei Lavori Pubblici, incarico che ha svolto fino agli ultimi giorni della sua vita con grande perseveranza.  Roberto Frongia lascia un grande vuoto. Con la sua scomparsa la Sardegna perde un politico raffinato, amante della sua terra. Tutti noi, in quest’Aula, perdiamo un generoso amico che salutiamo con grande e sincera commozione. A nome dell’intero Consiglio regionale esprimo il più profondo cordoglio alla sorella Sabrina e ai familiari. Il suo ricordo sarà indelebile”.

L’Aula ha osservato un minuto di silenzio.

 Il presidente Pais ha, quindi, dato la parola al consigliere dei Riformatori sardi e presidente della Commissione speciale per il riconoscimento del principio di insularità, Michele Cossa. “Oggi stiamo registrando una perdita irreparabile per la sua famiglia, per la famiglia dei Riformatori e per l’intera comunità sarda”, ha affermato con molta commozione. Cossa ha ricordato i trent’anni di amicizia e di politica che li ha uniti, le tante battaglie per le riforme, per la legge elettorale, “che avevano l’unico fine di portare le Istituzioni più vicine al cittadino”. Cossa ha poi ringraziato il presidente Pais per aver ricordato l’ultima battaglia, quella per il riconoscimento del principio di insularità in Costituzione, “che ha determinato una coesione all’interno della politica sarda che in pochissime altre occasioni si è potuta vedere”.  “Devo ringraziare doverosamente – ha continuato Cossa –  il presidente Solinas, con quale Roberto aveva stabilito un rapporto che andava ben oltre la collaborazione legata alla funzione, il Presidente del Consiglio e i capigruppo che hanno voluto onorare la memoria di Roberto”. Cossa ha ringraziato anche tutti i colleghi consiglieri e assessori regionali per non aver mai fatto mancare affetto e vicinanza. “Abbiamo perso un amico, abbiamo perso un uomo politico limpido in tutte le sue azioni, abbiamo perso un amministratore lucido e determinato, abbiamo però un esempio da seguire e per quanto ci riguarda è un esempio che intendiamo seguire”, ha concluso Cossa.

 La seduta è stata chiusa. Il Consiglio si riunirà lunedì 28 dicembre alle 9.30 (eln) 

Condividi:
Aumenta dimensioni caratteri
Alto contrasto