Versione per la stampa http://www.consregsardegna.it/wp-content/plugins/print-o-matic/css/print-icon-small-black.png


Il calendario dei lavori del Consiglio regionale e delle Commissioni

Il Consiglio regionale si riunirà domani,  13 luglio, alle 11. All’ordine del giorno l’esame della proposta di legge n. 276 (Oppi e più)  “Incremento delle risorse per il finanziamento dei contratti di formazione specialistica aggiuntivi regionali di cui alla legge regionale n. 6 del 2020”, l’esame del Testo unificato DL 105-PL100/A “Disposizioni in materia di energia e modifiche alla legge regionale n. 9 del 2006” e la Proposta di legge 98/A (Piras e più) sulle “Modifiche alla legge regionale 29 luglio 1998, n. 23 (Norme per la protezione della fauna selvatica e per l’esercizio della caccia in Sardegna)”.

La Seconda commissione (Cultura e lavoro), presieduta da Alfonso Marras (Psd’Az), è stata  convocata, per mercoledì 14 luglio, alle 10. All’ordine del giorno l’elezione di un Segretario, l’audizione dell’Assessore del lavoro, formazione professionale, cooperazione e sicurezza sociale ed esame dei seguenti pareri: P/134 (Rimodulazione delle risorse finanziarie destinate agli interventi di cui ai commi 2 e 3, lett. a) e b), art. 11 della Legge regionale 23 luglio 2020, n. 22 “Legge quadro sulle azioni di sostegno al sistema economico della Sardegna e a salvaguardia del lavoro a seguito dell’emergenza epidemiologica da Covid-19); P/136 (Sistema regionale dei percorsi di istruzione e Formazione Professionale (leFP) di cui al Capo III del D.Igs. 17 ottobre 2005, n. 226. Programmazione dell’offerta formativa per gli anni 2021-2025). All’ordine del giorno della Seconda commissione anche le audizioni su questioni riguardanti le materie di competenza del parlamentino dei rappresentanti del CUSS – Coordinamento unitario dello spettacolo dal vivo, del Coordinamento organismi di ricerca, la Delegazione idonei graduatoria funzionari ASPAL, la Rete professioni tecniche della Sardegna e il Coordinamento Presidenti Consiglio di Circolo e d’Istituto.

I lavori della Seconda commissione proseguiranno in seduta congiunta con la Terza commissione (Bilancio), presieduta da Valerio De Giorgi (Misto), alle 16, con l’esame del  DOC. 20/XVI (Programmazione 2021-2027. Fondo Sociale Europeo Plus (FSE+). Indirizzi strategici per la preparazione del Programma regionale). Audizione dell’Assessore del lavoro, formazion

e professionale, cooperazione e sicurezza sociale e dell’Autorità di gestione POR FSE.

La Quarta commissione (Governo del Territorio), presieduta da Giuseppe Talanas (FI) si riunirà domani, 13 luglio, alle 15.30. All’ordine del giorno le audizioni sulla P.L. 38 “Protezione e valorizzazione della fascia costiera e dei litorali della Regione Sardegna tramite posizionamento di ostacoli dissuasivi artificiali”. In particolare, il parlamentino sentirà l’Assessore regionale dell’Ambiente e dell’Assessore regionale dell’Agricoltura, i rappresentanti dell’ISPRA, il Prof. Antonio Pusceddu dell’Università di Cagliari, del Dott. Giovanni De Falco del IAS-CNR di Oristano, del Dott. Giuseppe Andrea de Lucia del CNR Torregrande e del Prof. Sandro Demuro del MedCoastLab; il Presidente dell’Ordine regionale dei Geologi della Sardegna e del Presidente dell’Ordine regionale dei Biologi della Sardegna, i rappresentanti di Legambiente, del Gruppo di intervento giuridico e di Italia Nostra, e  i rappresentanti di  Confcooperative Fedagripesca Sardegna, di Agci Agrital Sardegna, dell’associazione Armatori Motopescherecci Sardi, di Legacoop Agroalimentare Sviluppo Rurale Costiero Sardegna. I lavori proseguiranno mercoledì, 14 luglio, alle 16. All’ordine del giorno l’esame del Parere 133 “Piano regionale delle infrastrutture. Programmazione intervento emergenziale urgente di ricostruzione ponte rio San Giorgio – Gonnesa” e l’audizione dell’Assessore regionale dei Lavori Pubblici e del Direttore generale dell’Assessorato ed espressione del parere da parte della Commissione. Il parlamentino proseguirà, infine, l’esame ella Proposta di legge 38 “Protezione e valorizzazione della fascia costiera e dei litorali della Regione Sardegna tramite posizionamento di ostacoli dissuasivi artificiali”.

Condividi:
Aumenta dimensioni caratteri
Alto contrasto