Versione per la stampa http://www.consregsardegna.it/wp-content/plugins/print-o-matic/css/print-icon-small-black.png


2 giugno 2021, Festa della Repubblica. Il Presidente Pais : “Democrazia, unità e libertà valori ancora più sentiti”

“In un’Italia che inizia a liberarsi da un lungo periodo opprimente dovuto all’emergenza sanitaria, la Festa della Repubblica assume quest’anno un significato particolare dove i valori di fratellanza, unione, democrazia e libertà  sono esaltati dalla comune volontà di ripartire”.

Lo ha detto il  Presidente del Consiglio regionale Michele Pais celebrando a Sassari il 2 giugno:  “Nel 1946 gli  italiani furono chiamati a votare per il referendum fra Monarchia e Repubblica. L’Italia di allora viveva un momento drammatico: era stremata da cinque anni di guerra e il passaggio istituzionale in quel travagliato momento storico fu particolarmente complesso. A 75 anni di distanza il nostro Paese vive una situazione quasi da dopoguerra e dopo tanti lutti, sacrifici, privazioni della libertà individuale a causa del virus la Festa della Repubblica deve rappresentare, anche simbolicamente, un nuovo inizio di libertà”.

Per il Presidente del Consiglio regionale, l’impegno da parte della Regione, che è parte costitutiva della Repubblica, deve essere quello, in questo particolare momento storico, di contribuire a rimuovere gli ostacoli di ordine economico politico e sociale per promuovere il pieno sviluppo della persona e l’effettiva partecipazione dei cittadini alla vita istituzionale. 

“Ogni cittadino non può e non deve essere lasciato solo in questo delicato momento in cui l’intero Paese sta muovendo i primi passi verso la normalità. E non ci può essere momento migliore della Festa della Repubblica per celebrare tutti uniti questa ricorrenza e la ripartenza della Sardegna e dell’Italia intera”.

Condividi:
Aumenta dimensioni caratteri
Alto contrasto