CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA

XVILegislatura

Mozione n. 5

CUCCU - MANCA Desire’ Alma - CIUSA - LI GIOI - FANCELLO - SOLINAS Alessandro sul progetto di Reddito energetico sperimentato con successo dal Comune di Porto Torres.

***************

IL CONSIGLIO REGIONALE

PREMESSO che:
- dal mese di luglio 2017 il Comune di Porto Torres ha investito l'importo complessivo di Euro 500.000 nella costituzione del Fondo rotativo fotovoltaico, finalizzato all'acquisto e alla concessione gratuita in comodato d'uso di impianti fotovoltaici di proprietà comunale a favore di titolari di utenze residenziali domestiche e di condomini (questi ultimi con riguardo alle utenze relative ai consumi d'energia elettrica per il funzionamento degli impianti ad uso condominiale) selezionati mediante procedure ad evidenza pubblica;
- gli utenti beneficiari hanno diritto all'autoconsumo gratuito dell'energia elettrica prodotta attraverso gli impianti fotovoltaici, ma nel contempo si obbligano, a pena di decadenza dal beneficio, a stipulare una convenzione con il GSE - Gestore dei Servizi Energetici Spa per l'attivazione del servizio di scambio sul posto dell'energia elettrica prodotta tramite gli impianti ricevuti in dotazione a titolo di comodato;
- la deliberazione dell'Autorità per l'energia elettrica il gas e il sistema idrico (AEEGSI) n. 570/2012 - Testo integrato dello scambio sul posto (TISP) - stabilisce le modalità e le condizioni economiche per il Servizio di Scambio sul Posto (SSP) dell'energia elettrica quale meccanismo che consente di immettere in rete l'energia elettrica prodotta, ma non immediatamente autoconsumata, per poi prelevarla in un momento successivo;
- gli utenti beneficiari del progetto comunale, ribattezzato "reddito energetico", si obbligano a cedere o a conferire delega irrevocabile all'incasso al Comune dei crediti maturati nei confronti del GSE in ragione dei servizio di scambio sul posto e conseguenti al maggior valore dell'energia immessa in rete rispetto a quella prelevata, crediti che sono vincolati al finanziamento del Fondo;
- il Comune di Porto Torres è stato il primo in Italia a promuovere un'iniziativa del genere;
- successivamente, alla luce dei positivi esiti della sperimentazione del reddito energetico a livello comunale, a febbraio di quest'anno la IV e la V Commissione del Consiglio regionale Puglia hanno approvato all'unanimità la proposta di legge n. 815, che prevede l'istituzione del reddito energetico regionale;
- la proposta di legge si propone di estendere a livello regionale l'iniziativa sperimentata nel Comune di Porto Torres, poiché prevede che sia la Regione ad acquistare e a mettere a disposizione a titolo di comodato gratuito gli impianti fotovoltaici in favore, in via prioritaria, di utenti in condizioni di disagio socioeconomico e a sottoscrivere un protocollo di intesa con il GSE, per cui il diritto di percepire il contributo in conto scambio spetterà alla Regione e andrà ad alimentare il fondo per il finanziamento di nuovi impianti fotovoltaici;
- di recente, il progetto del reddito energetico è stato approvato anche a Milano, con una dotazione iniziale di euro 300.000;
- analoga proposta di legge risulta di imminente presentazione presso il Consiglio regionale Lazio;
 
CONSIDERATO che come esplicitato nel "Regolamento per il funzionamento e l'accesso al Fondo Rotativo Fotovoltaico istituito dal Comune di Porto Torres" e nella succitata proposta di legge all'esame del Consiglio regionale Puglia, l'istituzione del Reddito energetico consente di realizzare i seguenti obiettivi di pubblico interesse:
a) tutela dell'ambiente, grazie all'abbattimento delle emissioni atmosferiche ottenuto mediante il progressivo incremento della produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili;
b) promozione della coesione economico-sociale, attraverso il progressivo incremento delle utenze beneficiarie del consumo gratuito dell'energia elettrica prodotta da fonti rinnovabili;
c) sviluppo economico del territorio, per effetto del diffuso miglioramento dell'efficienza energetica degli immobili serviti e della possibilità di favorire la creazione di una filiera locale nel settore dell'installazione, manutenzione e gestione di impianti di produzione d'energia da fonti rinnovabili,

impegna il Presidente della Regione e la Giunta regionale

ad avviare le iniziative necessarie a promuovere la diffusione sul territorio regionale del progetto di Reddito energetico sperimentato con successo dal Comune di Porto Torres in vista dell'istituzione, con apposito atto legislativo, del Reddito energetico regionale.

Cagliari, 2 maggio 2019