CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA

XVILegislatura

Interpellanza n. 74/A

DERIU - COMANDINI - CORRIAS - GANAU - MELONI - PISCEDDA sugli idonei non beneficiari presenti all'interno delle "graduatorie definitive borsa di studio 2019/2020" pubblicate dall'Ente regionale per il diritto allo studio universitario (ERSU) di Sassari.

***************

I sottoscritti,

visti:
- l'articolo 34 della Costituzione;
- la legge regionale del 14 settembre 1987, n. 37, recante "Norme per l'attuazione del diritto allo studio nelle Università della Sardegna"
- il decreto legislativo del 29 marzo 2012, n. 68, recante "Revisione della normativa di principio in materia di diritto allo studio e valorizzazione dei collegi universitari legalmente riconosciuti, in attuazione della delega prevista dall'articolo 5, comma 1, lettere a), secondo periodo, e d), della legge 30 dicembre 2010, n. 240, e secondo i principi e i criteri direttivi stabiliti al comma 3, lettera o), e al comma 6";

premesso che in data 31 ottobre 2019, l'Ente regionale per il diritto allo studio universitario (ERSU) di Sassari pubblicava le "graduatorie definitive borsa di studio 2019/2020";

considerato che all'interno delle graduatorie sopra richiamate, risultavano n. 611 (seicentoundici) studenti che, seppur dichiarati idonei al conseguimento del beneficio della borsa di studio, in quanto possessori dei requisiti di reddito e merito previsti dalle leggi vigenti, risultavano non beneficiari del contributo;

tenuto conto che:
- la borsa di studio rappresenta lo strumento imprescindibile per permettere ai "capaci e meritevoli, ma privi di mezzi" (articolo 34 della Costituzione), di intraprendere e proseguire il percorso accademico e poter accedere ai gradi più alti degli studi;
- negli ultimi cinque anni, all'interno della regione Sardegna, tutti gli studenti che facevano domanda di accesso al bando delle borse di studio, a Cagliari e Sassari, e risultavano idonei, sono sempre stati beneficiari del contributo;
- negli ultimi cinque anni, con l'aumento delle risorse regionali, degli idonei e dei beneficiari di borsa di studio, la regione Sardegna ha ricevuto maggiori entrate dallo Stato, indispensabili per garantire la copertura totale degli studenti idonei, tramite il Fondo integrativo statale per la concessione delle borse di studio;

tenuto altresì conto che:
- gli studenti che risultano idonei non beneficiari di borsa di studio sono costretti ad abbandonare l'Università, per via della carenza di risorse proprie, delle famiglie, necessarie per affrontare il percorso accademico;
- nelle settimane trascorse dalla pubblicazione delle graduatorie definitive dell'ERSU di Sassari, l'Assessore regionale della pubblica istruzione, beni culturali, informazione, spettacolo e sport ha fugato ogni dubbio circa l'intenzione di rendere tutti gli studenti idonei anche beneficiari del contributo;
- ad oggi, nonostante le rassicurazioni a mezzo stampa dell'Assessore regionale della pubblica istruzione, beni culturali, informazione, spettacolo e sport, nessuno studente presente nelle graduatorie definitive dell'ERSU di Sassari ha ricevuto comunicazioni ufficiali riguardanti il passaggio da "non beneficiari" a "beneficiari",

chiedono di interpellare l'Assessore regionale della pubblica istruzione, beni culturali, informazione, spettacolo e sport per sapere:
1) le motivazioni per cui l'ERSU di Sassari non dichiara "beneficiari" tutti gli attuali 611 studenti "non beneficiari" presenti nelle graduatorie definitive pubblicate in data 31 ottobre 2019;
2) in che modo e in quanto tempo intenda risolvere il problema in discorso.

Cagliari, 19 novembre 2019