CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA

XVILegislatura

Interpellanza n. 25/C6

CUCCU sui decreti attuativi della legge regionale 2 agosto 2018, n. 33.

***************

La sottoscritta,

vista la legge regionale n. 33 del 2018 con la quale la Regione ha istituito il reddito di libertà (RdL) quale misura specifica di sostegno per favorire, attraverso l'indipendenza economica, l'autonomia e l'emancipazione delle donne vittime di violenza domestica che si trovino in condizioni di povertà con o senza figli minori, a fronte dell'impegno a seguire un progetto personalizzato volto al raggiungimento dell'autonomia ed emancipazione (articolo 2);

rilevato che la citata legge ha altresì previsto:
- la possibilità di attivare intese e protocolli con i ministeri competenti e con le associazioni datoriali per regolare i rapporti di lavoro e l'assunzione di donne vittime di violenza, nonché specifici incentivi per le imprese che assumono donne vittime di violenza (articolo 3);
- progetti di educazione all'affettività e alla parità di genere destinati ai minori delle classi dell'infanzia e agli studenti delle scuole primarie e secondarie (articolo 8);
- un contributo economico per favorire l'affido familiare delle donne vittime di violenza e dei figli minori (articolo 9);
- l'esenzione del pagamento delle imposte regionali per un periodo di dodici mesi per le imprese individuali la cui titolare è una donna vittima di violenza (articolo 10);

dato atto che con deliberazione n. 64/21 del 28 dicembre 2018 la Giunta regionale ha concentrato le risorse stanziate per il 2018, in via sperimentale, sulle finalità dell'articolo 2 della legge regionale n. 33 del 2018 (RdL), incaricando l'Assessore regionale dell'igiene e sanità e dell'assistenza sociale di definire con proprio decreto le modalità di attuazione delle ulteriori disposizioni;

rilevata la necessità e l'urgenza:
- di porre in essere iniziative a sostegno nell'inserimento o reinserimento lavorativo delle donne vittime di violenza, affinché possano accedere ai beni essenziali e partecipare dignitosamente alla vita sociale;
- di promuovere un piano strategico per la prevenzione della violenza contro le donne, che coinvolga le scuole, per la creazione di una nuova cultura e coscienza civica,

chiede di interpellare l'Assessore regionale dell'igiene e sanità e dell'assistenza sociale per sapere se non ritenga urgente intervenire con l'emanazione dei relativi decreti attuativi della legge regionale n. 33 del 2018.

Cagliari, 15 luglio 2019