La Sardegna nel Global Media Monitoring Project

Data: 
08/10/2020

Si è svolta la scorsa settimana la giornata di monitoraggio della VI edizione del GMMP, il più ampio e longevo progetto di ricerca e advocacy sulle donne nei mezzi di informazione. Quest’anno, grazie al supporto e alla collaborazione del Comitato Regionale per le Comunicazioni (CoReCom) sono state monitorate alcune emittenti locali della Sardegna, e la programmazione regionale della RAI. All’edizione 2020, per l’Italia collaborano le Università della Calabria, Milano Bicocca, Roma la Sapienza, Torino e Venezia.

Oltre ad alcune delle emittenti sarde, sono state monitorate stazioni televisive della provincia di Bolzano e dell’Emilia Romagna. Il coordinamento nazionale è realizzato dall’Università di Padova e dall'Osservatorio di Pavia, che in contemporanea conduce, come ormai da tradizione, anche il GLocal Media Monitoring Project, un monitoraggio sulle TV locali.

A Toronto la pandemia da Covid-19 non ha frenato il Global Media Monitoring Project (GMMP) 2020, svoltosi martedì 29 settembre, con la partecipazione di migliaia di volontari da 145 Paesi in tutto il mondo. GMMP 2020 è il sesto di una serie di ampi studi di monitoraggio sul rapporto fra genere e media, condotti ogni cinque anni a partire dal 1995 e coordinati da WACC Global, una ONG internazionale che sostiene i diritti di comunicazione al fine di ottenere giustizia sociale.

«La Sardegna è entrata nel network internazionale per analizzare la rappresentanza e la rappresentazione di genere nei media - afferma la presidente del CoReCom Sardegna Susi Ronchi. Appena conosceremo gli esiti del monitoraggio li divulgheremo perché vengano adottati correttivi per assicurare le uguaglianze di genere. Partecipiamo ad un progetto di grande prestigio che ci proietta verso una società che riconosca i diritti di tutti».

Analizzando come donne e uomini vengono rappresentati nelle notizie cartacee, trasmesse da radio e televisione, online e sui social media, il GMMP mette in luce le disuguaglianze di genere che si perpetuano dentro e attraverso i mezzi di informazione, e avanza proposte per un cambiamento necessario.