Digitale Terrestre 2.0 - Tutto ok per gli apparecchi televisivi dal 2017 in poi

Data: 
13/01/2020

Dal 1° gennaio di quest’anno è cominciato il processo per cui alcuni canali del digitale terrestre abbandoneranno l’attuale modalità di trasmissione, definita DVB-T1, per passare ad una tecnologia più avanzata, la DVB-T2.

Ma che significa? Per fare spazio al 5G della telefonia mobile sarà necessario liberare delle frequenze, quelle intorno ai 700Mhz, che al momento sono occupate dai vari canali televisivi. Non c’è da preoccuparsi; il passaggio al nuovo sistema, che sarà completato entro il 30 giugno 2022, ci farà guadagnare una migliore qualità audio e video.

Resta da capire se sarà necessaria la sostituzione degli apparecchi televisivi. Nessuna preoccupazione per chi ha acquistato la TV dopo il 2017 ma è possibile, in alcuni casi, che sia necessario un decoder esterno esattamente come già accaduto dieci anni fa, nel 2009, quando in Italia si passò dall’analogico al digitale terrestre.

Importante sapere che il Ministero dello Sviluppo Economico ha disposto un Bonus TV-Decoder di 50 euro per l’acquisto di apparecchi idonei alla ricezione di programmi televisivi con i nuovi standard. Il “Bonus TV”, disponibile dallo scorso 18 dicembre 2019 e attivo fino al 31 dicembre 2022 o all'esaurimento delle risorse stanziate, si rivolge alle famiglie con ISEE fino a 20 mila euro e verrà erogato sotto forma di sconto direttamente dai venditori.

https://www.mise.gov.it/index.php/it/incentivi/comunicazioni/bonus-tv