Conciliazioni, apertura sportello Sassari

(Fonte VIDEOLINA)
 
 
 
ATTIVO A SASSARI LO SPORTELLO CORECOM
 
Sarà possibile avviare tentativi di conciliazione tra utenti e operatori della comunicazione.
 
Sarà operativo da oggi, negli uffici Punto Città del Comune di Sassari, lo sportello del Corecom Sardegna attraverso il quale i cittadini, grazie a un servizio completamente gratuito, potranno definire le loro controversie con i gestori della telefonia mobile e della pay tv.
 
Grazie all'accordo, che avrà durata triennale, è stato individuato nella sede di Punto Città, in corso Angioy, lo sportello dedicato allo svolgimento della attività e procedure inerenti il tentativo di conciliazione.
 
Il servizio, aperto al pubblico il lunedì (8.30-10), martedì (16.30-17.30) e venerdì (8.30-11.30) offre la consulenza di personale specializzato in tutti i passaggi della pratica, a partire dalla compilazione dei moduli. È possibile prendere contatto con il Corecom Sardegna anche attraverso il sito www.consregsardegna.it dove, cliccando su Corecom, si potrà accedere sia ai numeri di telefono degli operatori che al numero verde e a uno spazio dedicato alla posta elettronica.
 
Su iniziativa del Corecom, che metterà a disposizione le strumentazioni necessarie, sarà possibile svolgere l'udienza di conciliazione anche attraverso videoconferenza.
 
Il servizio è stato presentato questa mattina a Palazzo Ducale, alla presenza dell'assessora alle Politiche per l'innovazione e Punto Città Amalia Cherchi, del presidente del Consiglio regionale Gianfranco Ganau, del presidente del Corecom Mario Cabasino e della delegata dal direttore del dipartimento di Giurisprudenza Maria Angela Dessena. Quindi hanno partecipato la dirigente del Settore Servizi alle imprese e al cittadino e Punto Città Chiara Salis, Luigi Polano, già assessore alle Politiche per l'innovazione del Comune di Sassari con il quale è stato avviato l'iter per l'apertura dello sportello e alcuni componenti del Corecom.
 
«Si tratta di un servizio di grande importanza – afferma l'assessora alle Politiche per l'innovazione e Punto Città Amalia Cherchi – perché diamo ai nostri cittadini e a quelli che risiedono nel Sassarese un'opportunità in più senza i disagi connessi agli spostamenti per Cagliari. Questa sinergia tra enti – prosegue la rappresentante della giunta di Nicola Sanna – consente di incentivare la partecipazione dei cittadini alle procedure di risoluzione delle controversie. Un'occasione per avviare un esperimento decentrato di conciliazione che potrà fare affidamento anche su servizi telematici all'avanguardia».
 
L’opportunità di risolvere problemi contrattuali con i gestori della telefonia e della televisione a pagamento è ancora poco conosciuta in Sardegna, anche se nel corso del 2015 il Corecom ha istruito circa 800 pratiche, di cui 285 risolte a favore dell’utente per un controvalore di oltre 200.000 euro. Sono numeri di tutto rilievo che potranno essere ulteriormente incrementati dopo l’entrata in servizio dello sportello di Sassari, che si affianca alla sede di Cagliari.
 
«L’apertura dello sportello decentrato per le conciliazioni – sottolinea il presidente del Consiglio, Gianfranco Ganau – è un servizio per i cittadini che il Consiglio regionale ha sostenuto e incoraggiato sin dall’inizio. L’obiettivo rimane quello di avvicinare il più possibile le istituzioni ai cittadini, evitando lunghe trasferte da un capo all’altro dell’isola. L’auspicio – sottolinea ancora Ganau – è di riuscire ad aprire nuove sedi decentrate anche in altri centri dell’isola».
 
Il decentramento dei servizi Corecom è frutto di una iniziativa avviata dal Consiglio regionale cui hanno collaborato, oltre allo stesso Corecom Sardegna, il Comune di Sassari, l’Authority nazionale per le comunicazioni (Agcom), e l’Università di Sassari; un esempio concreto di come la pubblica amministrazione sia in grado di lavorare “facendo squadra” per migliorare la qualità dei servizi al cittadino.
 
Quella delle conciliazioni decentrate, ha sottolineato il presidente del Corecom Sardegna Mario Cabasino, «era una nostra priorità fin dall’inizio del mandato e si tratta di un lavoro che cercheremo di sviluppare ancora; il mondo della comunicazione è certamente molto aperto alla concorrenza ma, anche per questo, c’è bisogno di sapersi orientare bene in una offerta molto diversificata».
 
È stata Maria Angela Dessena, in chiusura, a sottolineare come l'Università di Sassari abbia colto con entusiasmo l'opportunità di aderire all'iniziativa e auspichi di poter colloborare per il futuro anche per l'aspetto formativo. All'interno dello sportello lavorarerà una tirocinante, selezionata con apposito bando dall'Università, e sarà coadiuvata dai conciliatori del Corecom.
 
 
I DATI DEL CORECOM
 
Dal 2013 il Corecom Sardegna svolge le funzioni di conciliazione delegate sulla base di una convenzione stipulata con l’Agcom, la Regione autonoma della Sardegna e il Consiglio regionale. Secondo i dati a disposizione del Corecom, negli ultimi anni, ci sarebbe un costante aumento dei tentativi di conciliazione tra utenti ed enti gestori delle comunicazioni. Inoltre, i dati della procedura conciliativa, riferiti alla ripartizione delle istanza per provincia, si caratterizzano per la loro disomogeneità territoriale, con una netta prevalenza delle istanze proposte da utenti che risiedono nella provincia di Cagliari, dove ha sede il Corecom.
 
ATTIVITA' DA LUGLIO 2013 A DICEMBRE 2015
Istanze presentate 1667 
Istanze presentate e dichiarate inammissibili 98 
Procedimenti avviati (istanze presentate nel periodo meno quelle presentate nel periodo e dichiarate inammissibili) 1569 
Rinunce su pratiche (Istanze presentate nel periodo che si sono concluse nel periodo con esito rinuncia) 48 
Istanze concluse 1479 
 
ESITI ISTANZE CONCLUSE 
No esito (in corso) 3 
Parziale Accordo 2 
Mancato Accordo 213 
Mancata comparizione delle parti 2 
Mancata comparizione dell'istante 45 
Mancata comparizione del convenuto 8 
Accordo con uno dei Gestori 9 
Accordo 653 
Gestore compare ma non discute 0 
Accordo raggiunto nel corso del procedimento 334 
Rinuncia generica 48 
Inammissibilità 98 
Mancata adesione 63 
Improcedibilità 1 
Totale: 1479 
 
ISTANZE PRESENTATE E SUDDIVISE PER PROVINCIA 
Provincia Cagliari 998 
Sassari 294 
Nuoro 165 
Oristano 147 
 
I numeri del 2015 
Istanze presentate da gennaio a dicembre 2015: 767 
Istanze presentate e dichiarate inammissibili 30 
Procedimenti avviati (istanze presentate nel periodo meno quelle presentate nel periodo e dichiarate inammissibili) 737 
Rinunce su pratiche (Istanze presentate nel periodo che si sono concluse nel periodo con esito rinuncia) 24 
Istanze concluse 666 
 
ESITI ISTANZE CONCLUSE da gennaio a dicembre 2015 
No esito (in corso) 3 
Parziale Accordo 1 
Mancato Accordo 105 
Mancata comparizione delle parti 1 
Mancata comparizione dell'istante 28
Mancata comparizione del convenuto 3 
Accordo con uno dei Gestori 2 
Accordo 285 
Gestore compare ma non discute 0 
Accordo raggiunto nel corso del procedimento 170 
Rinuncia generica 28 
Inammissibilità 30 
Mancata adesione 9
Improcedibilità 1 
Totale: 666 
 
GENNAIO-DICEMBRE 2015 - ISTANZE PRESENTATE SUDDIVISE PER PROVINCIA 
Provincia Cagliari 471 
Sassari 132
Nuoro 81
Oristano 72
 

Apre lo sportello per gestire le controversie

SASSARI. I contrasti con le compagnie telefoniche o con le società che offrono servizi televisivi, non sono più un incubo per i sassaresi. Da ieri ha aperto anche in città lo sportello del Corecom Sardegna che gestisce, gratuitamente, le controversie con i gestori della telefonia mobile e della pay tv. Lo sportello è attivo nel Punto Città del Comune, in corso Angioy (nel cortile del complesso Corte Santa Maria), ed è stato aperto grazie all’accordo fra Palazzo Ducale, il Corecom, e l’università di Sassari. Il servizio, finora disponibile solo a Cagliari e online, è stato presentato ieri mattina a Palazzo Ducale alla presenza dell'assessora alle Politiche per l'innovazione e Punto Città, Amalia Cherchi, del presidente del Consiglio regionale, Gianfranco Ganau, del presidente del Corecom, Mario Cabasino e della delegata dal direttore del dipartimento di Giurisprudenza, Maria Angela Dessena. Hanno partecipato anche la dirigente del Settore Servizi alle imprese e al cittadino e Punto Città, Chiara Salis, e Luigi Polano, già assessore alle Politiche per l'innovazione del Comune di Sassari, con il quale era stato avviato l'iter per l'apertura dello sportello. «Il decentramento di questo servizio è un passo che riteniamo fondamentale», spiega Mario Cabasino, «nel corso dell’ultimo anno lo sportello ha ricevuto circa ottocento richieste di conciliazione che hanno determinato risarcimenti ai cittadini per una somma complessiva intorno ai 200 mila euro», ha continuato il presidente del Comitato regionale per le Comunicazioni. «ora, aprendo uno sportello anche a Sassari, ci aspettiamo un incremento delle richieste di almeno il trenta per cento, come statisticamente è già avvenuto nelle altre regioni in cui sono stati attivati servizi decentrati». E Sassari potrebbe essere solo una prima pietra del decentramento: «Cercheremo di aprire un altro sportello in Sardegna, per andare ulteriormente incontro ai cittadini e non costringerli a percorrere grandi distanze per risolvere i loro contenziosi con gli operatori della comunicazione». Dal 2013 il Corecom Sardegna svolge le funzioni di conciliazione
delegate sulla base di una convenzione stipulata con l’Agcom, la Regione autonoma della Sardegna e il Consiglio regionale. A Sassari, all'interno dello sportello lavorerà una tirocinante, selezionata con apposito bando dall'Università, e sarà coadiuvata dai conciliatori del Corecom.
 Invia per email
Stampa
22 dicembre 2015
 

Sassari. Apre lo sportello Corecom

(Fonte: www.sardegnareporter.it)

Corecom - apertura sportello SassariQuesta mattina a Palazzo Ducale si è svolta una conferenza di presentazione dello sportello Corecom Sardegna, mezzo attraverso il quale i cittadini potranno risolvere le proprie controversie con i gestori della telefonia mobile e della pay tv. A presentare il progetto Amalia Cherchi, assessore alle Politiche per l’innovazione e Punto Città, Gianfranco Ganau, Presidente del Consiglio Regionale, Mario Cabasino, Presidente Corecom Sardegna, Maria Angela Dessena, delegata Dipartimento di Giurisprudenza, Luigi Polano, già assessore alle Politiche per l’innovazione del comune di Sassari che ha avviato le pratiche per rendere possibile l’apertura dello sportello.
 
CORECOM - apertura sportello Sassari; Presidente del Consiglio Regionale GanauL’assessore Cherchi ha sottolineato l’importanza dell’iniziativa che, come affermato anche dal Presidente Ganau, è un primo passo per accorciare le distanze tra Sassari e Cagliari visto che fino ad ora i cittadini erano costretti a recarsi nel capoluogo  per questo tipo di istanze.
 
Il ruolo dell’Università in tutto ciò verte soprattutto nella formazione: lo sportello si avvale di collaboratori, vincitori del concorso, a cui è stata assegnata una borsa di studio valida per un intero anno di collaborazione.
 
Lo sportello, già aperto da circa due settimane, è situato in corso Angioy nella sede di Punto Città e svolgerà le seguenti aperture settimanali:
 
Lunedì 8:30-10:00;
Martedì 16:30-17:30;
Venerdì 8:30-11:30.
Si sottolinea che il servizio è totalmente gratuito e, da quanto emerso stamane, i tempi di risoluzione delle controversie sono abbastanza brevi, un mese circa. Si ricorda inoltre che la richiesta di conciliazione può anche essere fatta online attraverso la modulistica presente sul sito del Corecom ferme restando, ovviamente, le aperture settimanali.
 
A conti fatti si può notare che oltre ad accorciare le distanze i cittadini potranno risparmiare anche tempo e denaro.